Vegan per proteggere il mondo e le sue creature!

Sono nato
umano, ma non l’ho scelto io. E se invece fossi nato mucca, o maiale, o
gallina, o vitello? Non l’avrei scelto io.

Non possiamo
scegliere cosa essere, ma possiamo scegliere CHI essere.

Sono nato
umano, e non mi ritengo superiore agli animali perché so usare la ragione: la
ragione non è sempre sinonimo di giustizia, rispetto, libertà.

Sono nato
umano, e non voglio uccidere gli animali perché sono più deboli di me. Anche io
sono spesso debole, ho le mie paure, le mie sofferenze…ma non per questo merito
di essere ucciso.

Sono nato
umano, e voglio essere umano per poter difendere chi non può difendersi da solo.

Perché la
bistecca sulla mia tavola non è una bistecca: era un animale, con due occhi per
guardare un mondo del quale si fidava, ed un cuore che batteva proprio come il
mio. Non poteva parlare, ma solo perché la natura non gliel’ha concesso, però
poteva soffrire, gioire, aver bisogno dell’affetto di una mamma, di un posto
caldo per dormire, di un po’ di cibo per mangiare.

Io ho scelto
di non mangiare altri esseri viventi, ma soprattutto ho scelto di non
contribuire alle loro sofferenze, ai loro dissanguamenti, alla loro
macellazione. Perché è facile dire: “Io amo gli animali”, quando si finge di
non vedere e non sapere cosa viene fatto loro. Se ti chiedessero di uccidere un
vitello per potertelo mangiare, tu lo faresti? Ti piacerebbe veder scorrere il
suo sangue nelle tue mani?

A me no.

Io non sono
un assassino, e lo dimostro con i fatti. Ogni giorno migliaia di animali
vengono uccisi anche per colpa mia. Io non voglio. Io scelgo di non mangiarli.

Studi scientifici
dimostrano che la carne, il latte e le uova non sono indispensabili, ma che
anzi, i carnivori si ammalano anche di più dei vegetariani.

Non si è mai
visto, in natura, un animale che beve il latte di un altro animale: la mamma
provvede ad allattarli da piccoli, ma poi non ne bevono più, e crescono
comunque forti. Ebbene, noi che siamo umani, che abbiamo a disposizione una
enorme varietà di cibo, come possiamo ritenere che il latte sia utile? Solo il
latte materno è utile, ma dopo la crescita non è più necessario.

Il dottor
Umberto Veronesi, famosissimo per i suoi programmi in tv, è un vegetariano
convinto: egli afferma che un’alimentazione
vegetariana corretta ed equilibrata, può benissimo sostituire un’alimentazione
a base di carne e derivati. Anzi, ritiene addirittura che il consumo di carne
aumenti il rischio di tumori.

Mangiare gli
animali non fa male soltanto a noi e a loro, ma anche alle foreste: per
allevare gli animali, vengono disboscati ettari ed ettari di foreste,
danneggiando così anche l’ambiente. Produrre carne comporta un consumo enorme di acqua, di terre, di cibo, di risorse. E poi miliardi di persone muoiono di fame perchè noi possiamo avere tutto e loro no. L’effetto serra è provocato più dal consumo di carne, che da tutto il resto, poichè ci sono i costi di trasporto, l’inquinamento dei camion, l’acqua, le attrezzature eccetera. L’uomo non è onnivoro, l’uomo sceglie di esserlo, proprio perchè ha un cervello. Mangiare vegetali non vuol dire andare contro natura, vuol dire imparare ad amare il mondo e ad avere cura anche di chi soffre e muore di fame per i nostri sporchi sprechi. Io non mangio animali perchè preferisco che i bambini del terzo mondo abbiano un pò di acqua in più, almeno per quel minimo che io posso fare! Questo vuol dire amare il pianeta!

Ma veniamo
al dato più crudele: gli animali da allevamento patiscono sofferenze atroci
anche solo per produrre uova o latte che, apparentemente, sembrano cose “naturali”.
Per produrre uova, migliaia di pulcini maschi vengono tritati vivi, per
produrre il latte, le mucche vengono inseminate artificialmente per dare alla
luce tanti, troppi vitelli che poi vengono macellati o sfruttati fino al
limite. I maiali vivono in gabbie poco più grandi del loro corpo, vengono
picchiati, frustati, presi a calci, sono costretti a vivere una maternità
dolorosa e, a causa dei numerosi parti, le scrofe hanno tumori all’utero o alle
mammelle, per non parlare di quanto soffrano nel vedere i loro piccoli morenti
di fronte a loro e non poter fare nulla per salvarli, perché sbarre di ferro li
separano. Gli animali diventano nevrotici, stressati, mordono le gabbie invano,
si agitano, muoiono per il dolore.

E tante
bocche tacciono, tanti occhi fingono di non vedere.

Io non sono
come gli altri, io non taccio, e voglio vedere, urlare, dire al mondo che io
voglio aiutare gli animali ad avere una vita decente, a sognare un futuro che
non sia il macello, a dare un posto al sicuro per i piccoli. Una mamma è sempre
una mamma, animale o umana che sia, e solo una mamma sa quanto dolore si prova
nel veder morire o soffrire i propri piccoli.

Voi mangereste
il vostro cane o il vostro gatto? No, però un maiale, un pollo, una mucca si! Ma
chi vi ha detto che loro non abbiano sentimenti? La natura non li ha resi carne
da macello, siamo noi che lo abbiamo deciso. Noi possiamo fermare questo
massacro. e possiamo farlo liberandoci dalle convenzioni, dai luoghi comuni,
dalle false raccomandazioni mediche. Il nostro corpo NON ha bisogno di carne,
ma di proteine, carboidrati, grassi, minerali, zuccheri vitamine… e tutto
questo, lo si può trovare in miliardi di varietà di cibi. Non è difficile, né impossibile.

Vegan non è
uno stile alimentare, è una scelta di vita, è la scelta di salvare il pianeta. E a chi ride di questo io dico solo una cosa: un giorno in questo mondo vivranno i vostri figli!

———

scritto da:

It91xxx

http://forum.promiseland.it/viewtopic.php?f=5&t=39181

3 risposte a “Vegan per proteggere il mondo e le sue creature!

  1. Ti rinnovo la mia stima.
    Sedano Allegro

  2. Complimenti per il testo,lo condivido in pieno.

  3. tutti dovrebbero leggere queste parole per aprire DAVVERO gli occhi sul mondo.
    complimenti.