Da obeso a vegan, la storia di Daniele

Da obeso a vegan, la storia di Daniele

Dopo essere stato obeso ed avere intrapreso diverse diete senza alcun risultato, Daniele ha scelto di diventare vegano e di raccontarci la sua storia.

Daniele prima

Daniele adesso

“Spesso smettevo di mangiare solo perche’ non avevo piu’ la forza di masticare.”

“feci diverse diete, ed ogni volta perdevo anche trenta chili per poi riprenderli tutti con gli interessi. ed ogni volta il limite si alzava, si alzava sempre fino ad arrivare ai 148 kg.”

Ciao Daniele, cosa è che ti ha fatto decidere di diventare vegano?

Ciao Daria. Gia’ l’ idea che la carne, il pesce, il latte e le uova non fossero esattamente il massimo per la nostra alimentazione mi era stata data dalla puntata “Carne per tutti” di “Report”.

Poi il 16 Settembre 2010 ascoltai alla radio Elena, una vegana che parlava della sua scelta e mi trovo’ d’ accordo su ogni singola parola che diceva, cosi’ diventai vegano quello stesso giorno.

Prima come ti nutrivi?

Semplicemente mangiavo tutto cio’ che mi mettevano davanti. Facevo sempre il bis di tutto, e si trattava sempre di piatti molto conditi: pasta alla carbonara o con panna, carne cotta nel burro, patatine fritte, insaccati…e finivo sempre con piu’ panini imbottiti di insaccati con salse varie, poi latte con biscotti e brioche.

Fuori casa, ero un cliente fisso del fast-food dove prendevo diversi panini e pacchetti di patatine. Una mia pizza tipica poteva essere 4 formaggi + salsicce + wurstel + porcini un mio panino tipico fatto a casa, come spuntino poteva essere salame, taleggio, maionese, patatine…e insalata.

Va poi anche aggiunto che nonostante mangiassi moltissimo, non mancavo mai di fare diversi spuntini a base di patatine confezionate o a base di latte e brioche, pasticcini, fette di crostata…

E adesso? Puoi farci un esempio di una tua giornata tipo?

Adesso il mio pasto tipo consiste in 50 g di pasta o riso con un cucchiaino d’ olio di oliva, 130 g di legumi e verdura a volonta’, frutta. La colazione consiste invece in una tazza di latte di riso con 30-40 g di cereali o crusca.

Esco dal lavoro e faccio due ore di palestra tutti i giorni, senza fermarmi mai e una mezz’ ora prima di andare assumo 30 g di frutta secca.

Poi ho solo l’ imbarazzo della scelta: ragazza, amici, chattare un po’ (ciao Marina, Andrea, Vale, Carlo, Liffy, Seitan, Claire, Table, Laura, Saetta, Fiordaliso… e tutti gli amici di Vegan Home).

Quanti kg hai perso e in quanto tempo?

Allora io ho perso 84 kg in sette mesi. Possono sembrare molti, ma va considerato che con uno stile di vita vegano come il mio questo risultato e’ praticamente alla portata di chiunque, specie se, come ho fatto io,  si affianca un po’ di attivita’ fisica. Io ho iniziato muovendomi in bici anziche’ in auto, gia’ accelera i risultati, poi una volta raggiunto un peso adeguato sono passato alla corsa. Ora pero’ ho smesso…perche’ se no vado sottopeso ! Faccio una corsa solo quando proprio non riesco e stare fermo.

Quali diete avevi provato prima di diventare vegan?

Premesso che per fortuna non sono mai caduto nelle trappole delle pilloline miracolose, ho provato la dieta solo pasta, solo riso, dissociata, perfino quella vegetariana ma ogni volta il risultato e’ stato perdere peso per poi rimetterlo su tutto con gli interessi. L’ importante e’ capire che sebbene sia gia’ ammirevole perdere venti o trenta chili con una dieta, ancora non hai fatto nulla: e’ tenersi il peso raggiunto la parte difficile. Io non ci sono mai riuscito, se non diventando vegano.

Quindi la tua è stata solo una scelta per motivi di salute, oppure ci sono stati altri motivi?

Sarebbero gli altri a dover spiegare perche’ non sono vegani!

I motivi sono cosi’ tanti che secondo me e’ una scelta che dovrebbe fare chiunque.

1-Mangiare prodotti animali non e’ assolutamente necessario, provoca morte e sofferenza agli animali d’ allevamento, che hanno lo stesso diritto di vivere di un animale d’ affezione.

2- Spreca enormi risorse di acqua, terreni, energia, cibo. Un esempio su tutti: si sente spesso dello spreco d’ acqua, di chiudere il rubinetto mentre ci laviamo i denti o ci facciamo la barba. Bene. Mangiare una fiorentina di un kg spreca cinquantamila litri d’ acqua. UNA.

3- Inquina molte volte di piu’. Essere vegano impatta sull’ ambiente otto volte di meno rispetto ad un’ alimentazione onnivora.

 4- Oltretutto la carne costa circa dieci volte piu’ dei legumi, che hanno piu’ proteine e zero colesterolo, e questo nonostante i sussidi statali che gli allevatori ricevono da tutti noi. Facciamoci caso cos’e’ che paghiamo tanto della spesa che facciamo? Il secondo, la carne, il pesce. E magari ci tocca pure fare la fila al bancone…io tiro su cinque contenitori di legumi, costo circa 4 euro e col secondo sono a posto tutta la settimana. Con quello che risparmio, esco a divertirmi.

Basta informarsi un po’ sul web sui motivi, e poi fare la propria scelta a ragion veduta.

Ora come ti senti… fisicamente e mentalmente?

Beh darei una risposta scontata dicendo che mi sento un altro! Fisicamente, prima era un impresa farmi alzare dal divano, adesso non riesco neppure a stare fermo, devo sempre fare qualcosa nonostante la palestra quotidiana.

Ma questo non e’ ancora nulla in confronto ai benefici psicologici. Quando me lo chiedono porto sempre l’ esempio del negozio di vestiti: prima era un dramma anche solo cercare la mia misura, ora quando mi provo i vestiti mi stanno uno meglio dell’ altro. Posso lasciare immaginare cosa significa indossare una maglia taglia S o indossare un paio di jeans taglia 44.

E’ stato difficile ritrovare il benessere attraverso uno stile di vita vegan?

Diciamo che la scelta vegana e’ stata l’ unica efficace e comunque non la si deve vedere come una rinuncia a nulla, se non a quegli alimenti che poi ci ritroviamo sul girovita. Certo all’ inizio, come qualsiasi cambiamento necessita di un po’ d’ impegno, ma io dopo i primi dieci giorni ho perso completamente il desiderio della carne, del pesce, del latte e latticini e delle uova.

Potrei benissimo dire che sono stati i dieci giorni d’ impegno piu’ importanti della mia vita! Cosa sono dieci giorni in confronto ad una vita intera? Guardate le foto: pensate se avessi rinunciato.

La tua storia potrebbe essere d’esempio per tanti altri… che consigli puoi dare loro?

Quello che vorrei dire a chi vuole ritrovare il benessere prendendo il mio caso come esempio e’ questo: Tu non devi “fare una dieta vegana” perche’ non e’ una cosa che ha una fine, dal momento che smetteresti e ricominceresti a mangiare come prima, riprenderesti tutto con gli interessi.

Tu devi CAMBIARE. Se sei obeso, significa semplicemente che il tuo stile di vita e’ completamente sbagliato, oppure non saresti obeso. Se hai fatto delle diete e non hanno funzionato, significa che sono diete inefficaci. Io ho voluto provare e ce l’ ho fatta senza alcuno sforzo. In un mondo dove gli obesi sono facili vittime di prodotti dimagranti, operazioni chirurgiche, cliniche dimagranti, basterebbe semplicemente diventare vegani per vedersi calare a vista d’ occhio, senza spendere denaro in prodotti inutili ma anzi risparmiandone moltissimo. 

Grazie Daniele per averci raccontato la tua storia

Grazie a te Daria per questa opportunita’

Daniele

…………….

Intervista realizzata da Daria Mazzali

https://dariavegan.wordpress.com/

44 risposte a “Da obeso a vegan, la storia di Daniele

  1. Grazie a Daria e grazie a Daniele per questa straordinaria testimonianza!

  2. Ciao daniel@,
    grazie a te… di TUTTO!

  3. Comunque al di là dell’ammirazione per Daniele (complimenti!), devo ammettere di provare anche invidia. Io diventando vegana l’ho perso un po’ di peso, ma non a questi livelli. Eppure faccio attività fisica regolarmente, ma di risultati a livello di peso se ne vedono ben pochi (i risultati migliori li avevo ottenuti mangiando prevalentemente frutta, ma è stato per un breve periodo).
    Purtroppo il calo di peso non è automatico per tutti passando ad un’alimentazione vegana, almeno non lo è stato per me😦

  4. Invidia…ma di che ?🙂

    Ricorda che per dimagrire devi bruciare piu’ di quanto assimili, questo a grandi linee.

    La dieta vegana e’ la migliore per perdere peso, e l’ ulteriore prova, se ancora ce ne fosse bisogno, e’ che tu stessa affermi di aver perso peso mangiando prevalentemente frutta, che apporta zuccheri semplici e che andrebbe consumata in piccole quantita’ prima dell’ attivita’ fisica. Pensa a cosa sarebbe successo se invece se ti fossi alimentata prevalentemente di verdura, come ho fatto io.

    Naturalmente assumendo anche le giuste quantita’ di carboidrati e proteine.

    Non posso che invitarti a non mollare e quindi a riprovarci ma questa volta alimentandoti prevalentemente
    con la verdura.

    Coraggio, se sei vegana, sei soltanto a un passo !!🙂

  5. Perchè Daria, devi dimagrire? Spero che non voglia perdere 80 kg anche tu, altrimenti te ne dovremo regalare di nostri!!!!😀

  6. A me mi chiamano il vegano più grasso del mondo…

  7. @Massimo
    Eh, sarà forse tutta la marmite che ti mangi..😆

    @seitanterzo
    non è che intendevi dire daniel@? Io non ho mai detto di voler dimagrire, l’ho solo pensato….😆

  8. Daniele, però devi mettere una foto da magro….sorridente! perchè tutti quelli che le vedono (onnivori) dicono Ah però vedi come era contento da cicciotto e invece adesso è triste e cupo…

    giuro! dai, una foto da magro felice!!!!

    ciao,
    ariel

  9. Hahaha dai che fra qualche giorno faccio un po’ di nuove foto,..vedrai !!!🙂

  10. noi lo sappiamo che non sei triste ma sei “semplicemente” un bel tenebroso, ovviamente😉

  11. Le ho appena fatte, sono venute benissimo… credetemi !!!!😀

  12. Ti crediamo..:-)
    se me ne invii qualcuna le metto nell’intervista..

  13. provo a mandartene qualcuna

  14. Complimenti a Daniele perché ha trovato la strada per perdere tutto quel peso e se ha funzionato significa che era quella giusta.
    Però limitarsi a dire che si è obesi perché si ha uno stile di vita sbagliato mi sembra incompleto se non ci si chiede PERCHE’ si ha uno stile di vita sbagliato.
    Io credo che gli obesi che sono tali solo perché mangiano troppo per gola sono veramente pochi. C’è tantissima sofferenza dietro all’obesita ma non basta sapere che si è in sovrappeso per smettere di esserlo. Il cibo è un rifugio troppo buono e troppo facile da raggiungere e troppo caldo e riempie troppo bene il vuoto che si sente dentro. Purtroppo la sensazione dura troppo poco e alla fine è un boomerang violento che ci si ritorce contro, ma non basta comunque.
    Bisogna attingere a qualcosa di più grande della volontà, altrimenti saremmo tutti magri.

  15. Però è anche vero che io non ho mai conosciuto un obeso che non mangi tanto, troppo, male. Le decantate eventuali patologie alla tiroide, intolleranze, etc. non mi risulta siano poi effettivamente causa di ingrassamento, spesso sono conseguenze, quando il metabolismo va in tilt per l’eccesso di calorie, grassi, zuccheri, etc.
    Ci sono senz’altro problemi psicologici alla base, dovuti alla concezione di vita tipica del mondo occidentale… eppure proprio la consapevolezza derivante dall’essere vegan può portare ad una visione più profonda del senso della vita, propria e altrui…già non mangiare più gli animali e le loro secrezioni porta a essere più presenti a se stessi, ad evitare eccessi nocivi a noi e agli altri

    credo che questa sia la stessa consapevolezza che ha aiutato e coadiuvato Daniele, non una semplice dieta, ma empatia e compassione, soprattutto

  16. Ciao, che bello incontrarvi!
    Anch’io sono vegana.Lo sono diventata un anno fa dopo aver visto la stessa puntata di report e dopo essermi interrogata su quanto sapessi dei metodi d’allevamento degli animali che mangiavo: nulla! Non ne sapevo nulla! La lettura del libro ” Se niente importa” di Foer Jonathan. mi ha informata e poi io ho scelto!
    Ho scelto di non nutrirmi più con carni e derivati ottenuti da esperte combinazioni chimiche di farmaci e soprattutto dalla sofferenza degli animali.
    Ora, fare la spesa e cucinare è molto più semlpice e naturale.Purtroppo è difficile la socialità del convivio con amici e parenti.In quanto non mangio quello che preparano o quello che l’agriturismo propone ecc.Inoltre,la vede come una scelta di sacrificio.Continuo a dirlo che sono più forte sia fisicamente che moralmente ma in fondo so di non essere creduta.Tutti pensano si tratti dell’ultima trovata per perdere peso, ma non è così infatti non ho perso che un kilo in un anno, mi sono solo un po asciugata …che non è poi male! Ora mi piaccio, e in tutti i sensi!!!
    Vegan forever
    nunzia

  17. Ciao Nunzia, piacere di conoscerti.🙂
    Grazie per averci raccontato la tua testimonianza, a presto…

  18. ma allora la tv serve a qualcosa, woooooooooooooow! se ti può consolare io ho messo su un paio di chili da quando sono passata da vegetariana a vegan, ma è perchè sono talmente occupata a testare manicaretti nuovi che sono diventata più golosa, anche di dolci che prima non amavo! ma quelli vegan sono troppo buoni e così leggeri, e privi di sensi di colpa in tutti i….sensi!

    ciao Nunzia!

  19. Ciao Lamp

    Io penso che la motivazione dell’ obesita’ sia diversa da persona a persona (esiste un bellissimo libro che le spiega, infatti devo procurarmelo) ma spesso piu’ che una causa e’ una conseguenza. Conosco tanti obesi, e confermo quanto detto da Ariella: mangiano troppo, mangiano male, inoltre non fanno la minima attivita’ fisica.

    Del resto, e’ esattamente quello che facevo io, fino a undici mesi fa.

    Detto questo, credo che comunque sia piu’ importante la soluzione che cercare di scoprire la causa sul perche’ e percome uno sia obeso, peraltro rischiando di non trovare mai una risposta.

    Diventando vegan, quindi, dopo aver mangiato la giusta quantita’ di cereali, legumi e frutta, puoi mangiare tutta la verdura che vuoi, anzi piu’ ne mangi meglio e’. Poi dopo pochi giorni che segui questo stile di vita, avviene che prendi improvvisamente coscienza del tuo corpo, ed impari a controllarti, certo capiteranno sempre dei momenti di voglia irrefrenabile di mangiare ma hai imparato a saziarti con la verdura, quindi non fai alcun danno.

    Quella sensazione di vuoto che poi uno provava, col diminuire dei chili, piano piano diminuira” e alla fine sara’ solo un brutto ricordo.

    Infine, non dimentichiamo che la scelta vegan contribuisce non poco a sostenerti moralmente, perche’ finalmente fai del bene, agli animali, a te stesso, all’ ambiente…ma soprattutto FINALMENTE HAI QUALCOSA PER CUI LOTTARE !!!!

  20. Ah se qualcuno vuol vedermi in video, ne ho messo qualcuno su youtube…basta cercare “vegandiferro”

    (chissa’ chi mi ha chiamato cosi’…)

  21. indecisa e golosa

    Spero che mi risponda Daniele o chi ha vissuto una storia simile alla sua. Da tempo mi documento sul cibo che fa realmente bene al nostro fisico, sono consapevole che un’alimentazione vegana è altamente salutare, e risolverebbe alcuni problemi che ho, ma non riesco a metterla in pratica. Ovvero, non riesco a CAMBIARE, nel senso a cui allude Daniele. I motivi sono la pigrizia, il vivere circondata da ristoranti, fast food e tentazioni varie (anche e soprattutto attraverso la pubblicità), il menù monotematico del posto di lavoro dove non mi è possibile scegliere cosa mangiare ma anczi sono obbligata a mangiare quello che trovo in mensa. Se poi aggiungo che sono golosa…. dunque, cosa può aiutarmi a fare la scelta di diventare vegana, visto che la ragione sa che è la scelta migliore, ma..”la carne è debole”? inoltre, diventando vegani, capita di cedere alle tentazioni o si impara a gustare talmente tanto i cibi vegetali da non desiderare più le schifezze commerciali? e con le allergie ed intolleranze alimentari come la mettiamo? ( nessuno è allergico alla carne o ai grassi, ma sempre a un prodotto vegetale….)

  22. Ciao golosa

    Anche io ho avuto i tuoi stessi problemi. Se hai queste difficolta’, comincia con l’ obbligarti a vedere tutti i filmati sui macelli e sullo sfruttamento animale che trovi. Gia’ cosi’ vedrai i prodotti animali sotto un altro occhio.

    Poi, documentati su cosa siano realmente la carne e i prodotti animali. Sapevi che la carne viene frollata, cioe’ i pezzi dell’ animale ucciso devono stare la’ perfino fino a venti giorni perche’ la carne si ammorbidisca? Mmm buona la carne di un animale morto da quasi un mese… E che e’ consentito, nel latte un contenuto fino a 300000 cellule di pus per millilitro? Ecco, documentati anche su questo.

    Infine, comincia ad aggiungere pietanze vegan alla tua alimentazione, sempre di piu’, e nel frattempo ad eliminare sempre piu’ prodotti animali…vedrai che non e’ poi cosi’ difficile.

    Non badare ai ristoranti e fastfood, loro ci vivono avvelenando la gente, e’ tutto un business in cui le persone cascano come pere mature. Chissa’ le risate che si fanno i titolari… I fastfood servono spazzatura, e’ risaputo, e la gente ci va lo stesso pur sapendolo non e’ orribile?

    Per quanto riguarda il lavoro, se davvero non riesci a mangiare in maniera decente, portati il pranzo da casa come faccio io. Mangerai sicuramente meglio…

  23. Daria hai la possibilita’ di aggiungere una foto, mettendola pero’ in cima a tutte, o per seconda? Una foto di quand’ ero carnivoro ?

  24. Bravo Daniele, complimenti! E brava Daria per l’intervista!

  25. wow dan non credevo una cosa simile…
    bhe comunque beato te^^

    io sono vegana mangio bilanciata e svolgo addirittura due attività fisiche…

    ora prometto di riuscire a dire certe cose.
    io credo che un vegano è vegan x aiutare gli altri e se stesso quando arriva a fARE certe cose è per il bene di ki lo circonda in priimo luogo

    dunque cari parenti nn s mangia vegan per stare in forma o diventare anoressici^^
    giusto vegan in chat

  26. Essere vegan e’ un modo di vivere alternativo, in pace e in armonia con gli animali, la natura ed il proprio corpo.

    Poi c’e’ il discorso della motivazione: se una persona decide di diventare vegan molto spesso e’ perche’ ha deciso di aprire gli occhi, documentarsi, vedere le cose come stanno. Oggi basta una sera davanti al PC per vedere cose che non si sognavano neppure nei propri peggiori incubi. Si decide allora che non si puo’ piu’ essere complici di un mercato che sfrutta degli esseri che non possono difendersi,, la sofferenza, la morte per trarne un profitto economico.

    Come gia’ ho scritto nell’ intervista, sono invece assolutamente contrario alla scelta vegan esclusivamente per perdere peso, perche’ appena raggiunto il peso desiderato, probabilmente si tornerebbe a mangiare animali e questo per il corpo sarebbe disastroso.

    Io ho provato a perdere trenta chili mangiando solo insalata, e a metterne su quaranta in pochissimo tempo tornando a mangiare come prima; neppure io oso immaginare cosa succederebbe se per assurdo tornassi ad una dieta onnivora, potrei mettere su una cifra a tre zeri in pochi mesi rischiando sul serio la salute…se non la vita.

    Vogliamo mettere essere vegan?

    – non uccidi nessuno
    – non sfrutti nessuno
    – non contribuisci alla caccia e alla pesca
    – non contribuisci allo sfruttamento in circhi, zoo, acquari, safari, pali, corride
    – non contribuisci alle atrocita’ della vivisezione e degli esperimenti animali
    – impatti molto meno sull’ ambiente
    – sprechi molte meno risorse in termini di terreni, acqua, energia

    E sicuramente dimentico qualche altra cosa…

  27. ciao a tutti… mi chiamo giulio
    sono diventato vegano da poco piu di un mese e anche io sono obeso… o meglio lo sono diventato negli ultimi tre anni … prima pesavo circa 80 kg ( sono un metro e 86) ora circa il doppio >_>
    sono stato vegetariano dai 15 ai 25 anni poi in seguito ad una malattia molto seria ho inziato a mangiare e sono ingrassato tantissimo…. ora ho 27 anni e nn mangio più carne pesce latte e uova…
    ho perso qualche kg ma nn di piu… a parte le motivazioni ecologiste ed animaliste che mi spingono ad essere vegano mi piacerebbe anche perdere peso … la storia di daniele mi ha dato la giusta forza… anche se vedendo dai commenti non è sempre così — beh spero sia il mio caso >_>🙂

    • Ciao Giulio,
      benvenuto e complimenti per la tua scelta🙂
      devi avere pazienza ma soprattutto tanta costanza, inoltre associare alla buona alimentazione vegan, un’attività fisica regolare e costante, che non sia troppo pesante.
      Come inizio andrebbe bene camminare a passo sostenuto almeno un’ora al giorno, magari da alternare alla bici e al nuoto.
      Facci sapere come procede..
      un caro saluto e un abbraccio.

  28. x Daria

    Ciao Daria dai un’ occhio alla foto che ho messo sul mio profilo su VeganHome? E’ venuta assolutamente splendida, se sei d’ accordo la aggiungi ?

    X astuto tricheco

    Ciao anzitutto complimenti per la scelta, continua cosi’. Come dice Daria devi avere pazienza e costanza, naturalmente poi c’e’ tutta una serie di accorgimenti per velocizzare al massimo la perdita di massa grassa. Ricorda che non esiste nessun caso in cui non si riesce a perdere peso, l’ obesita’ e’ sempre il risultato di uno squilibrio fra calorie ingerite e calorie consumate.

    Poi ci sono dei casi in cui perdere peso e’ senz’ altro piu’ difficile, ma impossibile no, questo mai.

    Io stesso successivamente all’ intervista ho scoperto di aver fatto tutto questo pur essendo affetto da ipotirodismo, la “malattia che fa ingrassare”, e sono riuscito a riportare i valori nella norma con delle semplici accortezze alimentari. Quindi, come vedi, nemmeno in questo caso e’ impossibile. perdere peso e io ne sono la prova vivente.

    Naturalmente, sta a te decidere in quanto tempo vuoi perdere peso, io mi sono impegnato al massimo praticando tantissima attivita’ fisica e seguendo una alimentazione ipocalorica, ma questa e’ stata una scelta mia, avrei potutto metterci anche anni.

    Comunque se il risultato non ti soddisfa, dovresti cercare di correggere l’ alimentazione ed aumentare l’ attivita’ fisica, iniziando magari a spostarti in bici anziche’ in auto, oltre a camminare, camminare tanto. E’ importante che il risultato ti soddisfi perche’ psicologicamente devi osservare il tuo corpo che cambia col passare del tempo.

    Ti posso assicurare che ho aiutato tantissime persone a perdere peso, se qualcuno con una dietavegana non aveva il risultato sperato c’era sempre un motivo, una dieta vegana e’ basata sulla verdura e sulla frutta, mentre c’e’ stata gente che andava avanti a pizza, pane, patatine fritte, birra e bibite!!!

    Se per esempio hai fame, non devi trattenerla, devi semplicemente spostare la golosita’ verso le cose giuste: Se hai una fame incontrollabile prova a mangiarti mezzo chilo di broccoli bolliti, ho un’ insalatona multicolore con frutta secca. E questo e’ solo il modo giusto di mangiare vegan. Ti lascio la mia mail dany33imola@hotmail,it se vuoi ti do una mano.

    Un abbraccio,

    Dany

  29. Bella condivisione, Daniele… peccato che non sorridi nelle foto…😉 Un abbraccio!!

  30. Che ci posso fare ?? Ho sempre sognato di fare il tenebroso, così adesso che posso ne approfitto !!!!😀 Comunque se guardi sul mio profilo fb ci sono anche foto in cui sorrido

  31. ciao daniele, io sono da 1 e 6 mesi che sono vegetariano dopo aver letto qualche libro e informatomi su internet e col mio medico, paraticamente ho fatto tutto da solo.
    Mi piacerebbe diventare un giorno vegano! Ma ho paura di avere delle mancanze, dal punto di vista economico
    i prodotti vegani sono abbastanza cari per me. Potrei fare questo cammino da solo? O dovrei andare da dei medici i quali sicuramente mi diranno di rimanere vegetariano?Come potrei rinunciare alla pizza? Lo so che c’è quella vegana senza mozzarella o con la mozzarisella!
    ciao san

  32. – Per le mancanze non devi preoccuparti, pensa che io ho appena ritirato gli esami del sangue che ci hanno fatto al lavoro e sono l’ unico a non avere fuori nemmeno un valore. Basta avere un’ alimentazione variata.

    – I prodotti vegani sono i cereali, i legumi, la verdura e la frutta, che sono al contrario i prodotti piu’ economici. Non c’e’ bisogno di altro, il resto sono sfizi da concedersi ogni tanto.

    – Vieni su veganhome, siamo li’ apposta per aiutare chi vuole fare questa scelta!

    – Io ho fatto questa scelta da solo, esattamente come tu hai fatto quella vegetariana. non c’è bisogno di medici, sei libero di mangiare quell oche vuoi, a meno che ovviamente tu non abbia malattie particolari che non c’entrano nulla col tipo di alimentazione.

    – Per fare la pizza ci sono diversi tipi di formaggi, non solo la mozzarisella quindi non preoccuparti nemmeno di questo. Ti aspetto ok?

    Ciao, DanVegan

  33. ciao, grazie per i consigli.io prendo dei farmaci per l’asia e panico per i quali devo fare 1 volta esame
    per la conta dei globuli bianchi.
    Voglio essere sicuro e per non correre rischi.
    Io già mangio yogurt,latte di soia, e tofu.

  34. Allora ti manca solo di sostituire le uova e poi sei vegan,non uccidi piu’ nessuno! Non è stupendo?

    Prova a cucinare le verdure aggiungendo a fine cottura acqua in cui hai sciolto farina di ceci e un pizzico di sale, Mescola fino a quando si rapprende bene, e vedrai, buonissimo e salutare. Altro che le uova!

    Dan

  35. La B12 la assumono tutti artificialmente, infatti viene somministrata agli animai d’ allevamento atraverso integratori artificiali di sintesi chimica, date le quantita’ enormi l’ allevatore usa quello che costa meno. Anche perchè non è tenuto a comunicare a nessuno nè cosa somministra nè cosa fa mangiare agli animali,

    Noi invece possiamo scegliere di assumere un integratore di sintesi naturale, cioè creato all ostesso modo di come verrebbe creato in natura. E’ l’ unica cosa da assumere, non serve altro.

  36. Abbiamo una storia molto simile, carissimo🙂 Ti invito nel mio blog appena nato: http://alimentazionespirituale.wordpress.com/ dove potrai commentare alle mie “intuizioni”. Un abbraccio. Chiara

  37. Complimenti, Daniele, hai ripreso in mano la tua vita regalando un poco di vita in più agli animali e all’ambiente…è una scelta che ho fatto anche io da circa un anno e ne sono felicissima…Buona vita❤

  38. Vorrei solo correggere l’idea che questo post da che a parer mio é sbagliata. Ammiro i motivi etici che spingono a diventare vegani ed ammiro l’impegno ma non é essere vegani ad aver fatto dimagrire Daniele, é il nuovo stile di vita che ha intrapreso contemporaneamente. Ha tolto gli spuntini ha eliminato i dolci, deciso di muoversi e fare attivitá fisica. Io seguo una dieta simile alla sua con la differenza che non sono vegana né vegetariana. Alterno legumi, carne, pesce, uova, formaggi e anche salumi ( lo so cosa fanno agli animali e non mi piace, e non è detto che un giorno io riesca a diventare vegana ma questo è un discorso a parte) faccio attivitá fisica tutti i giorni, non prendo l’ascensore ma uso le scale e pure io ho perso molti chili, 30 per l’esattezza, partendo da una base di 118 chili e da un’alimentazione un po’ meno errata.
    Era solo un piccolo appunto che ho voluto fare perché non si creda che basta eliminare carne e pesce e derivati per dimagrire, perché ho partecipato a un corso di cucina vegana e in un solo menù ho visto usare il quantitativo di grassi che dovrei mangiare in un mese. Dipende da come si cucinano le cose.
    Detto questo complimenti a davide per lo splendido risultato

  39. Sono vegano da 10 anni e peso 130 kg. Essere vegani non significa per forza mangiare correttamente. Sono un convinto animalista, e non tocco un prodotto di origine animale da, appunto, 10 anni… ma ciò non mi esime dal mangiare tanto e male. Non voglio sminuire la dieta vegana, anzi, la esalto ogni giorno…ma da qui ad affermare che questo ragazzo è dimagrito POICHÈ VEGANO ne passa. Io sono l’esempio vivente che si può essere grassi e vegani. Certo la dieta vegan facilita il dimagrimento (in chi ha già fatto il grande passo di cambiare stile di vita e smettere di abbuffarsi) ma credere che per dimagrire basti diventare vegani è…ahimè…semplicemente falso.

  40. X Federica forse non hai letto bene tutto, ho provato ad avere uno stile di vita piu’ sano e a far attivita’ fisica ed ero anche dimagrito, ma poi ho ripreso tutto con gli interessi. Vengo adesso da un incontro per persone obese e le storie che ho ascoltato sono uguali, Dimagrire gia’ è difficile, mantenere il peso praticamente impossibile. Qualunque tipo di approccio col cibo e qualunque tipo di attivita’ fisica si faccia, passare a una dieta vegan puo’ solo fare bene. Non serve alcun corso per cucinare vegan, anche una pasta e fagioli è vegan.

    X Roberto immagina se eri onnivoro, e mangiavi tanti prodotti animali.