Archivi del mese: giugno 2011

Ristorante vegano Bioheaven

Associazione Enogastronomica Bioheaven
Via Castello 37 – 25017 Esenta di Lonato del Garda (BS)

“Voglio segnalare che questo è il mio stile di vita e da quando è nato il locale non c’è mai stata traccia di tutto ciò che deriva dai prodotti animali compreso i derivati , cioè uova , miele , formaggi grassi e magri , yogurt ecc.. come dolcificante usiamo il malto di cereale o concentrato di mela .”
Renato Zanola

Bioheaven nasce nell’anno 2007 sotto forma di associazione per avere lo scopo di divulgare e svolgere attività per migliorare la qualità della vita e dell’ambiente.

L’obbiettivo principale è la cucina, che con l’esperienza di Renato Zanola si basa con particolare attenzione all’energia del cibo e ad un’ alimentazione naturale.

Bioheaven  inoltre propone corsi di cucina base , avanzati e sulle erbe spontane con insegnanti qualificati

La cucina
La cucina Bioheaven è sana e leggera. Gustosi piatti preparati con diversi stili di cottura, combinazioni, colori, utilizzando alimenti biologici e naturali.
Sapori nuovi basati sulla tradizione italiana, le pietanze sono a base di cereali in chicco o trasformati, verdure, legumi e derivati, tutto questo in armonia con il clima ambientale.

Oltre queste preparazioni creiamo piatti specifici per coloro che presentano
problemi di intolleranze alimentari e salutari spiegando proprietà e benefici .
Non si tratta di una cucina curativa (per questo possiamo dare consigli specifici in base alla condizione della persona) ma di un modo di nutrirsi sano per cercare di godere di una buona salute o migliorarla.

Non utilizziamo prodotti di origine animale e derivati, latticini e zuccheri raffinati
Proponiamo cibo d’asporto su prenotazione, da consumare a casa, in ufficio, per feste o qualsiasi ricorrenza.
La cucina e’ in funzione la sera dal venerdì alla domenica e festivi, a pranzo la domenica, gli altri giorni su prenotazione.

TUTTI I VENERDI SERATA DEDICATA ALLA PIZZA
pizze biologiche, integrali e di soli ingredienti vegetali. Capirete che non serve sempre il formaggio per rendere una pizza gustosa, anzi gustosissima! E’ come sempre gradita la prenotazione.

Aiutiamo l’ambiente
La crisi ambientale che si sta vivendo è un aspetto che riguarda soprattutto l’importanza della cucina. L’industria alimentare è responsabile di circa il 60% del consumo energetico mondiale come per esempio la coltivazione di prodotti dove si utilizzano pesticidi e fertilizzanti a base di petrolio o altri combustibili che riguardano i trasporti, le refrigerazioni, le trsformazioni e gli imballaggi per il cibo animale.

Ne danno esempio le statistiche citate da un’associzione ecologica americana che per produrre giornalmente il cibo ad un mangiatore di carne si utilizzano 16000 litri di acqua, per un lacto-ovo-vegetariano se ne utilizzano 5000 litri, per un vegano puro solo 1200 litri. In breve per produrre un kg di carne viene utilizzata una quantità cento volte superiore a un kg di grano.
Seguendo un alimentazione ricca di prodotti pesanti e raffinati si avranno in futuro maggiori problemi a livello ecologico-ambientale oltre che alla salute.

Dove siamo e il luogo.
La struttura Bioheaven è a contatto con la natura, si trova nella zona del basso garda, su terreni collinari di origine morenica, in un borgo di case rurali dove da anni esiste l’azienda vitinicola “Esenta Borgo Castello” la quale produce vino biologico Garda D.O.C.

Il locale
Bioheaven è un locale con due salette separate per consumare i pasti , accogliente e caloroso è stato ristrutturato usando l’impiego di prodotti e materiali naturali . Rapporto famigliare, è il luogo per passare momenti piacevoli e sereni, gustare buon cibo e rilassarsi.

I corsi di Bioheaven
1. CORSO BASE DI CUCINA NATURALE
Il programma include sessioni pratiche e teoriche per conoscere i punti principali e relative ricette descritte nelle dispensa, per rendere i partecipanti in grado di creare menù completi ed equilibrati.
Si insegnerà: l’utilizzo di cereali, legumi e loro derivati, dolci senza zucchero ed ingredienti sconosciuti; inoltre si apprendono: i tagli delle verdure, gli stili di cottura, l’energia del cibo e l’equilibrio con le stagioni.
2. CORSO PER PERDERE PESO E ACCUMULI NEL CORPO
3. RIMEDI CASALINGHI
4. IMPACCHI DI ZENZERO
5. CONOSCERE LE ERBE
Corso teorico sulle erbe spontanee con illustrazioni di diapositive ed escursione alla raccolta di erbe buone.
6. CORSI PER MIGLIORARE LA SALUTE E IL BENESSERE DELLA PERSONA
Alla fine della preparazione degli alimenti si avrà modo di gustare il cibo preparato.

LA DURATA DI OGNI SINGOLO CORSO (ESCLUSO QUELLO DELLE ERBE ) E’ DI ORE 2.30 CIRCA , CON INIZIO ALLE 19.30
IL PROGRAMMA PUO’ SUBIRE VARIAZIONI, PER LA CONFERMA CONTATTARE LA SEGRETERIA

Per informazioni e prenotazioni:
info@bioheaven.it
TEL. 030 91 05 298
CELL. 338 57 21 165

Associazione Enogastronomica Bioheaven Benessere Salute
Via Castello 37 – 25017 Esenta di Lonato del Garda (BS)

http://www.bioheaven.it/index.htm

Annunci

Otto, gattino semi cieco

Otto è stato trovato i primi di giugno 2011 nelle colline della Valpolicella veronese.

Aveva una grande infezione oculare che non gli permetteva di vedere, era denutrito e aveva zecche. E’ stato soccorso e curato. Otto ora ha circa 2 mesi, è un simpaticissimo gattino rosso, affettuoso, bisognoso di contatto umano, abituato alla lettiera, ai cani e ai gatti adulti.

Purtroppo i suoi occhi non torneranno come un tempo, l’infezione li ha danneggiati in parte e resteranno “velati”. Lui vede delle ombre, ma nonostante ciò, corre, salta, gioca come un gattino normodotato.

Ovviamente per lui si cerca un’adozione in una casa senza giardino, priva di pericoli. E’ un gattino molto affettuoso, ricerca il contatto umano, ma anche la compagnia felina, evidentemente si trovava in quello stato da molto tempo e ha sofferto la solitudine.

Ora cerca una sistemazione definitiva in una casa sicura.

Informazioni e adozione Elisa 347-4698618
sito web: http://www.free4animals.com/
mail: info@free4animals.com

Peter Singer, il “profeta della liberazione animale”.

Nasce a Melbourne nel 1946 ed insegna all’Università di Oxford, New York, Colorado ( Boulder) California( Irvine) e alla Trobe University.

Il suo pensiero spazia dall’ambiente all’aborto, dall’eutanasia, all’etica politica, fino a riflettere sull’iniqua  distribuzione della ricchezza  e la responsabilità dei paesi ricchi nei confronti del Terzo Mondo.

Nel 1999 diventa docente di filosofia morale all’Università di Princeton,tra mille polemiche.
Fondatore dell’International Association of BioEthics, oggi dirige il Centre of Human Bioethics presso la Monash University of Melbourne.

Pensatore di ampio spettro, ha pubblicato: In difesa degli animali ( 1987) con Tom Regan, Diritti animali, obblighi umani ( 1987), Etica pratica ( 1989), Liberazione animale( 1991) che diverrà il testo di riferimento del movimento animalista internazionale, Ripensare la vita. La vecchia morale non serve più ( 1996), Una sinistra darwiniana, Politica, evoluzione e cooperazione ( 2000), La vita come si dovrebbe ( 2001) scritto in cui Singer seleziona e raccoglie i suoi saggi ed articoli più importanti One world. L’etica della globalizzazione (2003), Scritti su una vita etica. Le idee che hanno messo in discussione la nostra morale(2004).

Uno dei fulcri del suo pensiero, sia che si tratti di animali non umani o di uomini è il concetto di dolore,inteso come sofferenza fisica e psicologica.
Singer a tal proposito dapprima estende questa emozione agli animali, costretti in una gabbia o strappati alla loro madre, per poi chiamare l’uomo ad una responsabilità quando facciamo sia quando non facciamo o non impediamo che accada qualcosa.

In parole povere,allerta il genere umano sul concetto di responsabilità etica in una veste fortemente contemporanea,altro fulcro Singeriano.
Oppositore dello “specismo”, per aver scritto Animal Liberation nel 1975 è una figura di riferimento per chi ha a cuore la “questione animale”.
Con questo testo, il filosofo di Melbourne, regala ai militanti animalisti un supporto teorico per le loro rivendicazione dei diritti animali.

Singer, nello specifico, supera l’utilitarismo di Bentham introducendo un altro tipo di utilitarismo, quello della preferenza.
Ogni essere avrebbe una preferenza, e quelle umane non possono essere prioritarie rispetto a quelle animali.
Stabilire una differenza di importanza tra le due, questo è “ un pregiudizio o atteggiamento di prevenzione a favore degli interessi dei membri della propria specie e a sfavore di quelli dei membri di altre specie”.

Singer mette Razzismo e Sessismo sullo stesso piano dello Specismo:“ Verrà il giorno in cui il resto degli esseri animali potrà acquisire quei diritti che non gli sono mai stati negati se non dalla mano della tirannia”.
Sul piano pratico, le sue parole sono servite ad accrescere l’opposizione nei confronti della vivisezione e degli allevamenti intensivi.
Milioni di persone hanno smesso di nutrirsi di animali adottando una alimentazione senza crudeltà, milioni di persone aspettano il giorno della “liberazione animale” convinti che allora ci sarà la vera ” liberazione umana”.

Marco

Fonte: http://www.crueltyfreewebradio.org/

Bocciata la costruzione dell’allevamento Marshall

BOCCIATA LA COSTRUZIONE DELL’ALLEVAMENTO MARSHALL IN INGHILTERRA

Da Fermaregreenhill.net:

Con enorme gioia comunichiamo che nel pomeriggio del 16 giugno il Consiglio Comunale di East Riding of Yorkshire (UK) ha deciso di rifiutare il permesso a Marshall Farm /B&K per la costruzione di 4 capannoni in cui imprigionare 2.000 beagle da vendere ai laboratori!

Si tratta di un incredibile successo dovuto non solo alle proteste degli animalisti di tutto il mondo, ma anche all’opposizione che la National Anti Vivisection Alliance ha cercato e creato a livello locale, da parte degli stessi residenti.

Migliaia sono state inoltre le e-mail ricevute dall’Italia, che gli stessi consiglieri hanno più volte citato nelle loro interviste sui giornali locali, citando anche il caso di Montichiari in cui a Marshall è stata vietata l’espansione e la costruzione di nuovi capannoni.

Per Marshall un ulteriore investimento sbagliato, finito nel nulla grazie all’impegno e la costanza degli attivisti. Continuerà ad essere difficile far arrivare i loro cani in Inghilterra, visti i problemi che hanno con compagnie aeree e di traghetti.

E così Marshall Farm si vede ancora una volta ostacolare i suoi progetti di espansione in Europa. Adesso è ora di chiudere Green Hill!

Fonte: http://www.fermaregreenhill.net/wp/

Sagra dei Osei Sacile (PN)

MANIFESTAZIONE DI PROTESTA CONTRO LA SAGRA DEI OSEI DI SACILE (PN)

La Sagra si svolgerà la prima domenica dopo ferragosto, quindi

Domenica 21 Agosto 2011

La Sagra dei Osei inizia alle prime luci dell’alba con l’esposizione degli uccelli da richiamo e la “gara” relativa al canto di questi animali reclusi nelle loro piccole gabbie.

Per questo motivo la manifestazione deve iniziare molto presto, intorno alle 8.30, e proseguirà fino all’orario della premiazione, intorno all’ora di pranzo

Comunicato stampa congiunto  LAV, LAC, OIPA, Animalisti FVG e Venus In Fur Rovigo

Ad agosto vedrà la luce la 738a edizione della Sagra degli Osei di Sacile. Una tradizione che solca secoli di storia. Nata come mercato di strumenti per l’uccellagione, di uccelli da canto e da richiamo, via via nel tempo ha visto l’aggiunta degli animali da cortile, per poi tornare, nell’ultimo secolo, a specializzarsi nel campo dell’uccellagione. Oggi è Esposizione nazionale degli uccelli.

In tutto questi secoli la sensibilità dell’uomo è radicalmente cambiata, così come è cambiato il rapporto tra l’uomo e l’animale. Ma sebbene la stragrande maggioranza dell’umanità sia ormai consapevole dei sentimenti degli animali, delle loro sofferenze e dei loro stati d’animo – cosa tutt’altro che scontata solo cinquant’anni fa – quello che non è cambiato è la difficoltà, per alcuni uomini, ad abbandonare quelle “tradizioni” che brutalizzano gli animali in merce, oggetti d’uso per il mero divertimento umano. Le associazioni animaliste si battono ogni giorno proprio per affermare, con ogni mezzo disponibile, il rispetto verso ogni essere vivente, denunciando l’abuso degli animali per uso alimentare, nell’abbigliamento, negli spettacoli, nei circhi ed in ogni campo.

Per questo LAV, LAC, OIPA, Animalisti FVG e Venus In Fur Rovigo anche quest’anno protesteranno insieme per dire ancora una volta NO alla Sagra degli Osei di Sacile.

NO perché è una manifestazione che spettacolarizza la restrizione in gabbia degli animali.

NO perché è un incentivo alla caccia anche con uccelli catturati in natura.

NO perché non insegna il rispetto e l’amore per creature indifese.

NO perché le condizioni in cui sono tenuti gli animali sono inadeguate alle loro caratteristiche etologiche, a tal punto che anche l’anno scorso diversi animali sono morti per l’eccessivo caldo.

NO perché usare uccelli come richiamo nella caccia da appostamento è una pratica abominevole ed inutilmente crudele: canto per chiamare mio fratello alla morte!

NO perché è una manifestazione assurda, soprattutto nell’Anno del Grande Rifiuto alla privatizzazione dell’Ambiente, in cui è emerso un forte segnale di maturità ambientale nel nord-est.

Quello che viene spacciato per educazione alla natura è in realtà una osservazione passiva e momentanea che svilisce l’animale e non lascia nulla all’uomo se non la bruttura di un incontro a senso unico e privo di significato. L’osservazione della natura richiede libertà da entrambi i lati, pazienza, amore e sacrificio. La natura non deve essere in mostra né tanto meno in vendita!

Ad agosto vedrà la luce la 738a edizione della Sagra degli Osei di Sacile: gli animalisti ci saranno con la consueta pazienza, costanza ed intransigenza nei confronti di situazioni di maltrattamento di animali, che non esiteranno a denunciare, invitando tutta la popolazione a dire NO a questa manifestazione ed unirsi alla protesta pacifica. (16.6.2011)

LAV Lega Anti Vivisezione ONLUS
LAC, Lega Abolizione Caccia
OIPA, Organizzazione Internazionale Protezione Animale
Animalisti FVG
Venus In Fur Rovigo

Protesta contro Air France-KLM

PROTESTA CONTRO LA VIVISEZIONE E IL TRASPORTO DI ANIMALI DA PARTE DI AIR FRANCE

Da fermaregreenhill.net:

Sabato 25  giugno, ore 15.30 – Piazza Mercanti, Milano

Nel centro di Milano possiamo incontrare migliaia di persone, migliaia di turisti arrivati in aereo, che non sanno di aver volato forse con una compagnia che nella stiva nasconde dei prigionieri. Si tratta di prigionieri di una guerra che l’umanità sta portando avanti da troppo tempo contro gli altri esseri viventi su questa terra, una guerra che ha portato all’estinzione di intere specie, e che ha creato campi di prigionia in ogni dove, per ogni specie, per ogni diverso scopo. Una guerra che ha tra i suoi campi di sterminio anche i laboratori di vivisezione, dove milioni e milioni di animali finiscono ogni anno, sono imprigionati, subiscono torture e poi vengono uccisi e sezionati.

Le vittime di questa carneficina non arrivano volontariamente in questi posti, ci vengono portate via terra, via mare, via aerea. Ci vengono portate spesso dentro gabbie costruite appositamente, da ditte specializzate, così come anche chi effettua gli stessi trasporti sono ditte specializzate o fortemente implicate in questa tratta di prigionieri e vittime.

L’azienda che nel mondo trasporta il maggior numero di animali per i laboratori è AIR FRANCE-KLM.

Sono loro che caricano gabbie su gabbie di prigionieri dalle Mauritius. Sono almeno 10.000 ogni anno i macachi deportati con un unico scopo: usarli come cavie e ucciderli nei laboratori.
Sono loro gli arei carichi di macachi partiti recentemente dal Vietnam, per portarli negli orribili laboratori Covance negli Stati Uniti alla fine di un estenuante viaggio di quasi 40 ore.
Sono loro gli aerei che annualmente portano migliaia di altri prigionieri-cavia dalla Cina e dai paesi Caraibici.

Sabato 25 giugno saremo nel centro di Milano con una protesta visibile e d’impatto, per far sapere a tutti chi è che rende possibile questo orrore nascosto che è la vivisezione, per diffondere a macchia d’olio il boicottaggio di AirFrance-KLM.

Continuiamo la campagna e la lotta che sta prendendo piede in tutto il mondo contro AirFrance-KLM, sicuri di arrivare ad un successo. Le proteste davanti ai loro uffici e le varie forme di boicottaggio si sono allargate a Stati Uniti, Russia, Israele, Perù, Olanda, Francia, Italia, Inghilterra. Due dei principali azionisti di AF-KLM hanno recentemente venduto le loro azioni e fatto crollare il valore della compagnia aerea. Molti altri seguiranno, e alla fine avremo un enorme successo. Ma questo sarà possibile solo se noi lo vorremo, se noi saremo disposti a impegnarci e ottenerlo.

La scorsa settimana l’ennesima compagnia aerea, la Monarch Air Group, si è unita alle decine che hanno deciso di cessare il trasporto di primati per la vivisezione. Monarch Air aveva appena effettuato un trasporto di scimmie dall’isola caraibica di St Kitts & Nevis fino ai laboratori della Florida, motivo per il quale sono nate delle proteste. Adesso le isole caraibiche hanno ancora più problemi per la loro esportazione di macachi e noi abbiamo un motivo in più per sapere che possiamo mettere realmente i bastoni tra le ruote al sistema vivisezione.

Per maggiori informazioni sulla campagna contro AirFrance-KLM:
http://www.antivivisection.info/airfrance/it/

Per informazioni e dettagli sulla protesta
laboratorioantispecista@yahoo.it

Fonte: http://www.fermaregreenhill.net/wp/protesta-25giugno/

Allergie nei bambini: cani e gatti ne riducono il rischio

Sono cresciuta insieme ai gatti, il mio primo compagno di giochi si chiamava Tony, un bellissimo gatto bianco e nero, paziente con me e sempre presente… non ho mai avuto problemi di allergie di nessun tipo.

In questi ultimi tempi, sempre più bambini soffrono di allergie, i genitori spesso arrivano ad allontanare dal proprio figlio l’amico peloso, convinti che gli animali domestici possano contribuire all’insorgere di allergie.

Convinzione sbagliata a quanto pare, un recente studio del
Department of Public Health Sciences dell’Henry Ford Hospital di Detroit , dimostra non solo che questo timore è infondato ma, addirittura sembra che il rischio di contrarre allergie, sia inferiore nei bambini che vivono a contatto con animali.

Sono state studiate le reazioni di oltre 500 bambini dalla nascita al diciottesimo mese di vita. Analisi, prelievi per misurare gli anticorpi… i medici sono arrivati alla conclusione che i cuccioli d’uomo, a contatto con animali, si ammalano meno di allergie.

Crescere insieme a cani e gatti fa bene al corpo e allo spirito dunque, facciamo solo attenzione ad insegnare ai nostri figli il rispetto per queste meravigliose creature, gli animali hanno sempre tanto da insegnarci, prima ancora d’amarli impariamo soprattutto a rispettarli.

Daria Mazzali