Archivi del giorno: 16 luglio 2011

Aurora, prossime proiezioni

Aurora è un film indipendente attualmente senza un vero e proprio distributore, di conseguenza sarà visibile o a festival cinematografici o a presentazioni organizzate ad hoc

Organizzare una proiezione è relativamente semplice, si tratta di contattare un cinema d’essai, un circolo del cinema, o una sala vera e propria e valutare le modalità con cui si può organizzare una presentazione di Aurora nella tua città

Spesso è possibile farsi supportare da associazioni culturali o da associazioni animaliste, e trovare assieme a loro l’ambiente migliore in cui organizzare la proiezione e cercare anche di trovare un giusto contesto, come ad esempio un dibattito post film o un incontro per approfondire i temi trattati.

Se volete organizzare una proiezione contattateci a info@auroramovie.com per avere chiarimenti e per valutare insieme la modalità migliore.

PROIEZIONI DI NOVEMBRE

5 NOVEMBRE 2011 ore 16.00 e 20.00
CHIVASSO
“Il teatrino” del Comune di Chivasso piazza Generale Alberto dalla Chiesa 5
Chivasso, Italy

18 NOVEMBRE 2011 ore 19:00
MONGHIDORO (BO)
Cinema Aurora di Monghidoro – Via Vittorio Emanuele II n° 37/39, Bologna

25 NOVEMBRE 2011 ore 20:30
MARINA DI PISA (PI)
Cinema Don Bosco Via Don Mander, 15 56128 Marina di Pisa (Con Buffet Vegan organizzato da Ippoasi)

28 NOVEMBRE 2011 ore 21:00
OMEGNA (VB)
ALLUCINEAZIONI – CINEFORUM YCARUS
FactorY – Stazione di Crusinallo, Omegna – alla stazione 17, Omegna, Italy

http://www.auroramovie.com/index.php

Annunci

VEGANch’io

VEGANch’io 2011, sesta edizione

Quest’anno il “VEGANch’io” si svolgerà a Vimercate (Milano)
nell’area feste di Via degli Atleti, 1 il 2, 3 e 4 settembre 2011

Dal 2 al 4 settembre presso l’area feste del Comune di Vimercate (MB), in via degli Atleti, si terrà la sesta edizione del festival antispecista VEGANch’io, organizzato da Oltre la Specie (http://www.oltrelaspecie.org/) in collaborazione con Food not Bombs Romagna.

L’antispecismo considera immorale continuare a discriminare gli altri animali (e quindi mangiarli, sperimentarli e utilizzarli per vestiario e arredamento o nei mille modi in cui la nostra società li ha trasformati in merce e strumenti) sulla base di dierenze ininuenti dal punto di vista etico.

Sulla locandina si legge una citazione da H. Kaplan: «I nostri nipoti un giorno ci chiederanno: “Tu dov’eri durante l’olocausto degli animali? Che cosa hai fatto per fermare questi crimini orribili?” A quel punto non potremo usare la stessa giusticazione per la seconda volta, dicendo che non lo sapevamo».

Il festival, che contiene tutti gli ingredienti della festa popolare (cibo, bevande, musica, cinema, ballo, ecc.), sarà l’occasione per confrontarsi con la terribile condizione a cui costringiamo quotidianamente milioni di non umani. Ci saranno mostre, dibattiti, lmati sull’argomento e sarà anche un’occasione per avvicinarsi allo stile di vita vegan, che non prevede alcun tipo di sfruttamento animale (dal cibo che si mangia, ai vestiti che si indossano, dai cosmetici e detergenti che si usano, agli spettacoli a cui si assiste).

I cuochi della festa saranno, come sempre, gli attivisti di Food not Bombs, gruppo che si impegna a raccogliere, cucinare e distribuire cibo gratuitamente le conferenze che verranno tenuti durante la manifestazione, improntati al rispetto per i non umani e in molte città del mondo. Alla logica della decrescita e della sostenibilità si ispirano anche i corsi e ad una forte critica della società del consumo e dello sfruttamento intensivo delle risorse.

Parte essenziale del festival, oltre al cibo squisito, cruelty-free, biologico e a prezzo popolare, saranno le manifestazioni culturali, i dibattiti, le letture e gli incontri. La mattinata inizierà con una lezione di yoga, un torneo di biliardino e una colazione con cappuccini e torte. La sera si concluderà con giochi di gruppo.

Il titolo della manifestazione Veganch’IO è un invito alla realizzazione di un’etica declinata in prima persona. In un mondo che è così com’è anche perché si pensa sempre che siano gli altri che dovrebbero o non dovrebbero fare questo e quello, ( «Il mondo va male perché il potente di turno vuole così; quindi io non posso farci nulla»), l’appello a prendere posizione in prima persona a favore dei più deboli ci sembra particolarmente importante.

PROGRAMMA della 6° edizione

scarica la LOCANDINA

Info:

 info@veganchio.org

http://www.veganchio.org/