Nel Film “Corpo Celeste” una nidiata di gattini viene uccisa

Nel Film “Corpo Celeste”, una nidiata di gattini viene uccisa e gettata da un ponte come spazzatura. Finzione scenica?

Appello della LAV alle produzioni cinematografiche: permettere la presenza sui set di rappresentanti delle associazioni animaliste, veterinari e etologi per garantire rispetto norme e animali

Nel film “Corpo celeste”, opera prima della regista Alice Rohrwacher ed unico film italiano presente al recente Festival di Cannes, viene mostrata una sequenza di inaudita violenza e crudeltà nei confronti degli animali: una donna chiude una nidiata di gattini in una busta e la affida ad un uomo che, dopo averla sbattuta a terra, la getta da un ponte in una fiumana.

Alla scena assiste Marta, la protagonista tredicenne del film, che corre in strada nel tentativo di salvare i cuccioli.

Il film è la rappresentazione della crisi della spiritualità e dei valori di una piccola comunità ecclesiale e, pur essendo evidente il chiaro intento critico della scena, emblematica della violenza e dell’ignoranza di un mondo triste e arretrato in cui la vita degli esseri indifesi non vale nulla, non si può fare a meno di notare la crudezza della scena.

Considerando l’impossibilità di verificare un eventuale maltrattamento o lesione a danno degli animali, la LAV, sperando che per girare tale sequenza si sia fatto ricorso a una finzione scenica – e per questo chiede che vi siano rassicurazioni riscontrabili – rinnova l’appello alle produzioni cinematografiche affinché consentano la presenza sul set di rappresentanti delle associazioni animaliste, veterinari ed etologi estranei alla produzione, che possano garantire il rispetto
degli animali e del loro benessere.

La LAV auspica, infine, che dopo gli esiti positivi di controlli certificati, nei titoli di coda venga sempre evidenziato che nessun animale è stato maltrattato o ucciso durante le riprese dei film.

Comunicato Stampa LAV – 22.07.2011

http://www.lav.it/

Annunci

Una risposta a “Nel Film “Corpo Celeste” una nidiata di gattini viene uccisa

  1. Vergogna alla Regista…
    Pensavo che, essendo sorella di cotanta sensibile attrice, lo fosse anche lei…