Archivi del giorno: 3 novembre 2011

Si al circo ma senza animali

Si al circo ma senza animali

E’ in arrivo il Circo di Moira Orfei a Mantova. La sede LAV sta organizzando un sit in pacifico prima dell’inizio dello spettacolo in programma Sabato 12 Novembre alle ore 17.30.

La manifestazione, pacifica, inizierà 45 minuti prima con striscioni, maschere, bandiere e la distribuzione di volantini informativi ai potenziali spettatori della serata.
davanti al Circo per sabato 12 novembre.

Vogliamo un circo senza animali!!! Basta sofferenza degli animali!!! Unitevi alla protesta!!

Sabato 12 novembre ore 16.30 davanti al Palabam di Mantova…

Vi aspettiamo numerosi!

Scarica e diffondi il volantino:
https://dariavegan.files.wordpress.com/2011/11/circo-moira-orfei.jpg

Sede Territoriale Lav Mantova
Via Tezze 6/a Mantova
Tel. 320/4795557

Annunci

13 Dicembre – Cena d’inverno

La Voce Dei Conigli, organizza per il 13 Dicembre 2011, CENA D’INVERNO,
S. Ambrogio di Valpolicella (VR), Piazza Vittorio Emanuele.

Ritorna l’appuntamento con la cena benefit, il menù è vegan, l’intero ricavato verrà usato per la cura degli animali di cui ci occupiamo.
Non mancherà il nostro mercatino Lapino solidale
con tutti i nostri gadgets!
 
MENU’ VEGAN

Vellutata di zucca
Pasticcio di lasagne alle verdura
Crocchete di tofu
  -con contorno di patate e funghi
Strudel d’arance

Locandina:
http://www.lavocedeiconigli.it/eventi/2011/cena13dic/cena13dicembre.jpg

Prenotazione obbligatoria entro il 5 diembre!!!!

cinziasona@lavocedeiconigli.it

info@lavocedeiconigli.it

http://www.lavocedeiconigli.it/

Per gli animali di Corviale

A Corviale i mici muoiono come mosche: intrappolati negli scantinati, sbranati dai cani vaganti, investiti…

Molti di voi avranno letto della situazione tragica degli animali di Corviale: i gatti sono a centinaia e si riproducono incessantemente, i micetti muoiono intrappolati o sbranati. Poi ci sono le situazioni delle famiglie indigenti che però hanno decine e decine di animali che non riescono né a curare né a sfamare.

E’ tutto iniziato rispondendo a una richiesta di aiuto di un signore che sfama alcuni gatti, era disperato perchè tutti i micetti delle cucciolate dell’estate sono morti: la maggior parte rimane intrappolata negli scantinati, dove le mamme partoriscono ma i micetti non riescono a uscire una volta svezzati (dalle foto potete vedere le centinaia di buchi degli scantinati dove si rifugiano i gatti). Altri muoiono dilaniati dai cani che vanno in giro incustoditi e spesso affamati. Per ammazzare il resto dei mici ci pensano le auto che sgommano nelle stradine strette strette. Le foto danno un’idea del posto e del degrado.

Anche per i gatti adulti non c’è tanta speranza, anche loro trovano le loro trappole mortali, salgono fino ai piani alti dell’edificio e poi non sanno come scendere e capita che cadono di sotto.

Poi ci sono cani rinchiusi in recinti fatiscenti, abbandonati a loro stessi, come la mamma e i suoi 8 cuccioli di cui vi allego foto, siamo tornate per prenderli dopo 2 gg ma i cuccioli erano tutti spariti!!!

Insomma un girone dantesco per gli animali che solo se ci vai ti rendi conto!

I mici sono centinaia e centinaia, nessuno è sterilizzato, già ci sono mamme incinte che partoriranno altri micini condannati a morte. Abbiamo iniziato a agosto a sterilizzare, piano piano perché i soldi sono i nostri e sono pochi, e fino a ora abbiamo sterilizzato 18 gatti, ma non ce la facciamo più solo con le nostre finanze a portare avanti questo progetto. Abbiamo registrato la colonia ma la USL ci da solo 2 posti al mese e ci impiegheremmo anni se contassimo su di loro.

Fino a ora abbiamo sterilizzato circa 50 gatti e 2 cane
I costi sono: 35 euro per gatte, 20 per i gatti e 80 euro per le cane
Abbiamo portato cibo per animali alle famiglie indigenti.

Per sostenere le enormi spese che stiamo affrontando, il 19 novembre ci sarà una cena benefit al Rewild in via Giovannipoli 18 (metro Garbatella) a Roma.

Cena benefit per gli animali di Corviale

Il 19 novembre al Rewild in via Giovannipoli 18 (metro Garbatella) a Roma.

Il costo della cena è di 15 euro e andrà tutto in favore di quelle povere creature. Solo regalando a loro la sterilizzazione potremo evitare le tragedie che non vi ho raccontato nel dettaglio.

Vi prego di partecipare e di pubblicizzare e magari prenotare 

Il link su FB è:
http://www.facebook.com/event.php?eid=241805475875934

ps: Corviale ovvero per i romani il “Serpentone” è un edificio lungo 1 km alto 9 piani dove vivono 1200 famiglie (la maggior parte delle case sono state occupate) della periferia di Roma.

Grazie!

Patrizia

Per Info e prenotazioni:
Patrizia
patrizia.dt@gmail.com
340 5365905

Green Hill in Inghilterra

In Inghilterra Green Hill si rifà il look per le prime riprese autorizzate

Scritto da Roberta Ragni

L’insediamento lager Green Hill, in Inghilterra nell’East Yorkshire, apre per la prima volta i cancelli alle telecamere. Non era mai successo in 37 anni. E per l’occasione si rifà il look, mostrandosi come un luogo ameno, pulito e quasi accogliente. E non si tratta di certo di un caso fortuito. È atteso a breve, infatti, il risultato dell’appello presentato dalla multinazionale Marshall alla decisione del Consiglio Comunale di Hull, che lo scorso giugno disse no alla realizzazione dei nuovi stabulari. Sarà il Segretario di Stato per le comunità ed i governi locali, Eric Pickles, noto politico del partito conservatore, a pronunciarsi nei prossimi giorni sulla delicata questione.

La forte pressione degli animalisti e dell’opinione pubblica continua a mettere i bastoni tra le ruote alla Marshall, proprio come è successo in Italia qualche giorno fa, quando 5 attivisti del Coordinamento Fermare Green Hill, eludendo la guardia dell’allevamento, erano saliti sul tetto del capannone di Montichiari (BS) per impedire che i carichi di cuccioli venissero trasferiti verso i laboratori.

Si tenta allora il tutto per tutto e si lascia che i giornalisti di skynews riprendano le immagini di teneri beagle scodinzolanti, http://news.sky.com/home/uk-news/article/16094002 , liberi di correre fuori dalle loro prigioni. A fare da sfondo un bellissimo gioco come quelli che si vedono nei parchi per bambini, con tanto di scivolo. Non una deiezione sul pavimento, nessun animale maltrattato. Solo tanti sorrisi, tante carezze e tanto amore. L’ambiente è asettico e pulitissimo. Tutti indossano guanti, mascherine e camici immacolati. Quanta ipocrisia in queste immagini! Perché a Green Hill, un nome che dovrebbe far pensare a bucoliche colline, va invece in scena quotidianamente l’orrore. Perché dietro le mura di Green Hill, protette da filo spinato, telecamere a circuito chiuso e guardie, si “fabbricano” cani destinati alla vivisezione.

Loro, i cani protagonisti delle riprese di Sky, forniscono sangue per la sperimentazione medica. Se verrà costruito il nuovo stabilimento, altri beagle saranno destinati a testare gli effetti de dei prodotti farmaceutici. Ovviamente, i profitti sono assicurati, visto che ogni esemplare può valere 1600 sterline. L’azienda si rifiuta di dire quanti cani di razza prevede di ospitare nei nuovi edifici, ma gli attivisti parlano di circa 2.000 esemplari. La Marshall, intanto, ci tiene a sottolineare che i nuovi cani non aumenteranno le forniture per la vivisezione. Servono a  evitare gli acquisti dall’estero, “a ridurre il numero degli animali importati”.

Ma credono davvero di poterci ammaliare con le loro belle storielle? Ci auguriamo vivamente che l’appello non venga accolto in Inghilterra e che nessuno cada nello squallido tranello.

Roberta Ragni

Il video di SkyNews:

http://news.sky.com/home/uk-news/article/16094002

Fonte:
http://www.greenme.it/informarsi/animali/6058-vivisezione-inghilterra-green-hill