Archivi del giorno: 18 dicembre 2011

Cenone vegan a Salerno

Cenone vegan di fine anno – sabato 31 dicembre 2011

c/o YEMAYÀ – vicolo Giudaica, 16 Salerno

Si avvicina la fine del 2011, e come ogni anno ci saranno eventi e cenoni in giro per l’Italia, li si faranno in Famiglia o in case di amici, o in locali o magari si affitterà una villetta per festeggiare tutti insieme con musica e fuochi d’artificio.
Ogni anno sulle tavole degli italiani finiscono delle povere vittime innocenti che non hanno chiesto a nessuno di finire le proprie giornate in una tavola imbandita, ricca di grassi dannosi per l’organismo degli esseri umani, in un’atmosfera dove la tradizione si sposa con la crudeltà.
Molti Veg* a casa loro o con gli amici, proporranno dei piatti senza crudeltà e cercheranno di dare un messaggio importante ai loro invitati che magari sono onnivori e non conoscono le gioie della tavola cruelty free.
Noi abbiamo deciso di organizzare un cenone in un locale a Salerno, dove possono partecipare tutti, mangiare solo cibo 100% cruelty free e conoscere la nostra scelta vegan in tutta la sua interiorità.

Ecco l’evento:

Quelle che noi chiamiamo “feste” sono in realtà uno spaventoso massacro di animali. Quest’anno ti invitiamo a celebrare l’evento più atteso dell’anno tra piatti gustosi e senza crudeltà, per accogliere il 2012 nel pieno rispetto della vita… nostra e degli altri animali!…

La prenotazione è OBBLIGATORIA e si può fare entro il 21 dicembre solo telefonicamente, al num. 328.6543948 (Lucianna, orario pomeridiano e serale).

Il tuo cenone cruelty free di fine d’anno ti aspetta presso lo YEMAYÀ – Rum, Wine and American Bar, nel cuore del centro storico di Salerno.

Il menù, interamente vegano, comprenderà:
– Antipasto Doni della Natura (antipasti misti);
– Primo Rosso delle Feste;
– Lasagne Bianco Natale;
– Roast-beef di seitan con sformatini di patate al curry;
– Lenticchie portafortuna con sorpresa;
– Dolcezze dell’Anno Nuovo (mix golosità dolciarie e frutta secca);
– Torta goduriosa.
Acqua e vino (con moderazione!) sono inclusi nella quota.

Il rimborso spese richiesto per la cena è di 15 euro.

Considerando che si tratta di una cifra davvero contenuta, per essere sicuri che chi prenota non dia poi buche, è richiesto un acconto, che potrete farci avere dopo aver prenotato telefonicamente.

Le modalità sono:
– di persona, previo appuntamento;
– consegnandolo allo YEMAYÀ (giorno di chiusura il lunedì);
– versandolo su una carta PostePay (scrivete ad uno di noi o all’indirizzo veg_in_salerno@libero.it, vi manderemo poi email con il numero della carta).

Prenotate al più presto perché i posti sono limitati!

Dopo la cena, per chi fosse interessato, a pochi passi da noi il consueto concerto in piazza (quest’anno è il turno di Gianna Nannini) saluterà l’arrivo dell’anno nuovo. In ogni caso, Salerno è una città viva ogni giorno dell’anno, notte di San Silvestro compresa, tra il lungomare ed il suo centro storico. E poi magari, per un brindisi post mezzanotte, ci si rivede allo YEMAYÀ!

http://www.campaniavegan.org/cenone-veg-a-salerno/

Pagina Facebook:
https://www.facebook.com/events/319784434707562/

Annunci

Presidio contro le pellicce

AAF (animals asia foundation) lunedì 19 dicembre 2011 a Roma in Largo dei Lombardi organizzerà un nuovo presidio contro le pellicce.

L’orrore del loro mercato continua infatti a prosperare anche a causa degli inserti in pelliccia che molti acquistano senza conoscerne l’origine: quella di animali uccisi, scuoiati vivi o per mezzo di scosse elettriche  che producono loro una atroce e lunga agonia.

È proprio quindi sui ‘colli in pelliccia’ che verrà focalizzata l’attenzione con un FLASH MOB che si terrà alle ore 11.00, ripetuto poi alle ore 15.00, nel quale verrà inscenato una sorta di rituale purificatorio per disfarsi della pelliccia animale: due volontarie, travestite da cavernicole per esaltare l’aspetto anacronistico di tali macabri ornamenti, si libereranno dei simulacri sintetici delle pelli animali per passare con un veloce cambio d’abito all’aspetto di donne civilizzate, come si confà ai nostri giorni in cui il mercato del tessile può offrire materiali alternativi cruelty free, bellissimi, caldi e realmente eleganti.

Vi sarà inoltre un’installazione con i colli di pelliccia, donati dalle persone pentite di averli acquistati o di averli accettati in regalo.

Per tutta la durata del presidio infatti, chi vorrà potrà aggiungere il proprio collo di pelliccia agli altri esposti, dopo averlo reso inutilizzabile imbrattandolo di sangue finto. Le volontarie si metteranno a disposizione di coloro che vorranno verificare l’autenticità del proprio collo di pelliccia. In molti casi sarà sufficiente il solo esame visivo, in altri casi meno evidenti sarà eseguita un’analisi tattile dei peli e della loro superficie di appoggio.

L’iniziativa, del tutto pacifica, sarà volta a informare coloro che non sono realmente consapevoli delle atrocità che si nascondono dietro a un semplice bordo di pelo.

Comunicato atampa – AAF (Animals Asia Foundation)

Per info:
Giovanna Di Stefano – cell: 393 9282525
Elisa Averna – cell: 327 3807413

http://www.animalsasia.org/