Scuole nei macelli per vedere il dolore e la paura degli animali

AIDAA: PORTARE LE SCUOLE NEI MACELLI PER VEDERE IL DOLORE E LA PAURA  DEGLI ANIMALI

Diciamo basta una volta per tutte a quelle odiose pubblicità dove le galline razzolano gongolando, le mucche vivono felicemente i maialini sono contenti come le pasque e dove tutti gli animali sono ben contenti di diventare pollo allo spiedo, bistecca o prosciutto.

Facciamo vedere invece la realtà per quella che è: milioni di animali ogni anno uccisi per essere trasformati in cibo, milioni di animali che spesso viaggiano ai limiti della legalità con indicibili sofferenze, milioni di animali con il terrore della morte negli occhi mentre vedono i loro simili morire prima di loro.

Immaginate un gruppo di persone che vengono uccise una ad una obbligando le altre a guardare mentre vengono ammazzate e squartate sapendo che anche loro faranno la stessa fine. Questo è quello che passa negli occhi di milioni di animali prima della loro morte, se questo vi sembra accettabile allora smettete di leggere questo comunicato. Perché a noi pare una violenza inaudita ed inutile. Ma una violenza che fin quanto viene ritenuta legale e legittima deve essere fatta conoscere.

Per questo motivo AIDAA chiede ufficialmente al ministro della Pubblica Istruzione di mandare una volta al mese le classi delle scuole elementari e medie in visita ai macelli nel momento in cui si ammazzano i bovini, i suini e tutti gli altri animali, che vedano che le cose non stanno come le presentano gli spot pubblicitari, che vedano i nostri ragazzi il dolore e la paura negli occhi degli animali prima di essere ammazzati.

Giusto fare i corsi di educazione civica, di educazione alla cultura ed al rispetto degli animali domestici– ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- ma riteniamo altrettanto giusto portare le scuole nei macelli per vedere come si ammazzano gli animali, non si tratta di fare del terrorismo sui bambini pro vegetarianesimo ma di far conoscere le cose come stanno e soprattutto si vietino quegli orrendi spot con gli animali felici di diventare una bistecca. Non sono felici. Hanno paura e terrore della morte come tutti noi”.

Roma (28 dicembre 2011)

Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente
http://aidaa-animaliambiente.blogspot.com/

Annunci

24 risposte a “Scuole nei macelli per vedere il dolore e la paura degli animali

  1. Sì Sì Sì io è una vita che lo dico, i bambini a vedere i macelli!

    Naturalmente questa richiesta verrà ignorata e anzi tacciata quasi di terrorismo…

    • Portiamoli a Guantanamo a vedere i nostri simili, invece di prendere per il culo gli animali !!!!!

      • quelli DI GUANTANAMO STANNO SICURAMENTE MEGLIO DEGLI ANIMALI (POVERI MISERRIMI, CREATURE CHE NOI SCHIFOSI ESSERI TORTURIAMO !!) LA CARNE E’ CANCEROGENA ANCHE QUANDO E’ SANA . LA MAMMA DI UNA MIA AMICA E’ MORTA 2 ANNI FA IN UN OSPEDALE A COMO CON IL MORBO DI KREUTZFELD-JACOB LEGGI VARIANTE UMANA DELLA MENINGITE SPONGIFORME BOVINA , DETTA ANCHE MUCCA PAZZA . MANGIAVANO UN SACCO DI CARNE QUASI TUTTI I GIORNI E QUANTE PERSONE CE L’HANNO ANCORA IN INCUBAZIONE !!!!!! SPERO CHE CHI E’ RESPONSABILE DI QUESTO SCHIFO FACCIA LA STESSA FINE E SICURAMENTE FARANNO PRESTO UNA FINE NON BELLA .. . OKKIO GENTE PERCHE’ DIO NON SEMPRE AIUTA A VCOLTE PUNISCE !!!.

  2. Le elementari non sono d’accordo… Sono troppo piccoli per vedere certe cose! Medie e superiori sìì!!! Sperando che aprano gli occhi davanti a queste barbarie!!
    PS: Proponete anche nella mia scuola và 😉

  3. re maria rosa

    Sono d’accordo ma nel frattempo si potrebbe fare informazione con conferenze e video nelle scuole, forse sarebbe piu’ facile attuarlo fin da subito Maya

  4. finalmente!!! mettiamo allo scoperto le vere ingiustizie del mondo di cui mai nessuno parla… animali allevati trasportati in maniere inaudite senza nessun rispetto di ogni singolo essere che viene trucidamente appeso a un gancio vivo e fatto sgrondare affogato nel suo sangue!!! è l’ora di mettere allo scoperto tutte le barbarie sugli animali che ogni secondo perdono la vita per tutte le nostre ingiustizie che infliggiamo agli esseri più meravigliosi di questa terra!!! Grande Lorenzo…

  5. Serena - LIDA Firenze

    io son d’accordo ma non i bambini delle elementari , quelli delle medie… la beata infanzia è un diritto di qualunque bambino, per favore… non scordiamocelo, e parla una vegana, più che animalista… Serena (LIDA Firenze)

  6. concordo con MARIA ROSA e NON alle elementari.

  7. I bambini delle elementari hanno il sacrosanto diritto di sapere in che mondo li si vuole far vivere. Sono i primi che devono andare a visitare i macelli. Già alle medie i bambini non sono più bambini, spesso hanno già perduto l’apertura e l’innocenza di vedere le cose come sono. Non certo per colpa loro, ma perchè hanno già assorbito dagli adulti, gran parte del danno è già fatta.

    Se i bambini delle elementari non possono vedere ciò che accade nei macelli, a maggior ragione che i macelli vengano chiusi. Mettere fine all’orrore, e allora e solo allora potremo essere in pace con i nostri figli!

  8. Despin, secondo me, ha descritto bene la cruda realtà in cui ci troviamo… non posso che concordare con quanto ha detto.

  9. sarebbe sufficiente portarci gli adulti, perché sono loro i primi a credere alle pubblicità degli animali felici di diventare carne da macello…

  10. Da piccola ho assistito alla macellazione di una mucca. E’ stata una esperienza sconvolgente che ha lasciato in me il rispetto per gli animali, ma che è anche stata controproducente: da allora ho la fobia del sangue, vederlo scorrere è un’immagine che a distanza di decenni ho ancora davanti agli occhi… No, per certi aspetti non è bene portare i bambini a vedere le macellazioni; per altri, non so… è da valutare con attenzione.

  11. Bisogna iniziare dalle elementari, nessun bambino e’ abbastanza piccolo da soffrire quanto gli animali pronti al macello, e poi quello che si vede e si impara all’eta’ delle elementari condizona tutto il resto della vita.

  12. ANCHE IO SONO D’ACCORDO, PERCHè QUANDO HAI LA BISTECCA IN TAVOLA NN TI RENDI PIENAMENTE CONTO DI CIO CHE SI NASCONDE DIETRO….

  13. SPERIAMO LA METTANO IN ATTO AL PIU’ PRESTO

  14. GIOVANNI CORTELLESI

    Io sono pienamente d’accordo, ma purtroppo almeno il 90% dei genitori non accetterebbe mai una cosa del genere! Già sarebbe tanto se si riuscisse a far eliminare quelle ipocrite pubblicità!

  15. donatella delogu

    perchè i bambini…lasciamoli nel loro mondo di fiabe il più possibile…ma suggerisco di portarci gli adulti,,tutti .anche solo le immagini basterebbero a regolamentarne almeno l”uso; ai patiti della carne in tutte le sue… bellissime ricette.

  16. io alle elementari ho visto uccidere bestie perchè passavo davanti ad un macello tutti i giorni…non mangio carne da allora..fa troppo male vedere cosa succede agli animali ma vi dico anche che ci sono bambini che vanno apposta per vedere come muore un animale e non sono affatto turbati anzi….in pratica tutto dipende dall’educazione che si riceve in casa,vedere che non rimangono sconvolti ma che anzi ritornano più volte per vedere mi sconvolge

  17. Penso ke sia giusto ttt questo, magari nn nelle prime elementari, ma gia’ dalla terza devono sapere quello ke succede ai ns, amici animali ke giustamente come dite voi li fanno vedere nelle pubblicita’ quasi sorridenti e poi diritti al macello!!!.

  18. Mandiamoci anche i bimbi dell’asilo, e se mi dite che sono piccoli e non possono vedere ciò che l’uomo fa nei macelli, è evidente che quello che vi accade è una barbarie insopportabile, prodotto della mente distorta di umani adulti, motivo in più per chiudere i macelli!

  19. Volete sapere la verita’?a molti bambini non fara’ nessun effetto!! conosco (perche’ insegno in un istituto agrario)molti figli di pastori e di allevatori che trattano gli animali in un modo indegno!!ebbene in tanti anni SOLO UNO CHE E’ DIVENTATO VEGANO e’ rimasto scioccato dall’uccisione di un animale!!Gli altri aiutano i genitori ad ammazzare le povere”bestie”c’e’ qualcuno che mi dice “Quando devo sgozzare un agnello provo pena..ma il maialetto no..i maiali sono cattivi”La verita’ e’ che i bambini/e e i ragazzi /e non sono santi e ci sono quelli che sono sensibili e quelli che non lo sono affatto!!Le leggi(purtroppo)fanno cambiare la sensibilita’ ..ci vorra’ tempo..ma un giorno quando non si useranno gli animali per il busines..allora si allora solo allora.Ma li avete mai visti i pastori sardi?e IO SONO SARDA!!

    • CARA CARISSIMA GABRIELLA NON TI PREOCCUPARE POICHE’ COLORO CHE RICAVANO PROFITTO DAGLI ANIMALI E POI LI TRATTANO COME MERCE FANNO TUTTI UNA BRUTTA FINE … QUALCHE NATALE (2 ANNI DI MEDIA ) E POI SE NE VANNO TUTTI ALL’ALTRO MONDO CON UN BEL ICTUS O UN ATTACCO CARDIACO . OKKIO …DIO NON SEMPRE AIUTA A VOLTE PUNISCE E PER CHI TRATTA MALE GLI ANIMALI LA PUNIZIONE E’ DOPPIA E 2 VOLTE + SEVERA POICHE’ LORO NON SI POSSONO DIFENDERE OKKIO OKKIO PERCHE ‘ NON PERDONA , NON PERDONA . !!!

  20. Cosa si può fare per fermare questo massacro.

  21. ma che bugia stai raccontando a gabriella?? non è forse stato lui ad inventare “offrite l’agnello in sagrificio di dio”