Archivi del giorno: 1 febbraio 2012

Libera

Libera (questo è il nome che le abbiamo dato)

Si è lesionata una zampa pur di scappare, ce l’ha fatta ma, non ci sentiamo di riportarla indietro, lei non ha fatto nulla per meritarlo.

Ha combattuto con tutte le sue forze per essere libera…lei…lei chiede solo di amarti.

Taglia media (12/13kg), sterilizzata, sverminata, chippata, circa 2 anni o forse meno…

E’ a Napoli ma, per lei non è un problema rievadere e venire da te 🙂

Anna  3355670234 
Claudia  3357409288

Associazione aiutiamofido
www.aiutiamofido.org

Annunci

La dieta di Eva

E’ uscito il libro: “La dieta di EVA – Come disobbedire in cucina e guadagnarsi il paradiso!”
di Aida Vittoria Éltanin

E’ un libro che con un linguaggio semplice vuole dare le BASI, quelle che dovrebbero insegnarci a scuola, sui nutrienti piu’ importanti, sul perchè latte, carne, uova e pesce non siano ideali per l’essere umano, sul bisogno di tornare alle nostre radici alimentari e osservare le grandi scimmie a noi piu’ simili e come aumentare la frutta, sia da vegani sia per chi volesse diventare (tornare!) ad essere frugivoro come natura ci suggerisce, ma facendolo in modo graduale.

Nelle prime due sezioni spiega come e perchè fare una transizione sia a una dieta senza prodotti animali tradizionale, sia a una crudista-fruttariana, che richiede piu’ tempo e nell’ultima ci sono 100 ricette sia vegane, sia crudiste-fruttariane, TUTTE rigorosamente SENZA tofu, seitan & co. (cibi che spesso allontanano dalla scelta vegan molte persone)

Aida Vittoria Éltanin

L’autrice Aida Vittoria Éltanin
è un’animalista, un’insegnante di cucina vegana e un’appassionata di nutrizione che ha come missione quella di promuovere il ritorno alla frugalità in cucina e a un’alimentazione vegetale basata sulla frutta. Attraverso le sue conoscenze, il suo approccio pragmatico, un entusiasmo contagioso e un linguaggio semplice, ha ispirato molte persone a cambiare alimentazione, facendo luce sui troppi miti e i dubbi che ancora circondano questa dieta. L’autrice ha conseguito un certificato post-laurea in “Salute delle Donne” presso l’Università di Medicina di Melbourne, in Australia. È la fondatrice del sito “Ignoranza-Bestiale” per insegnanti e genitori e tiene delle seguitissime lezioni di cucina vegana e fruttariana in collaborazione con varie associazioni italiane.

Per info:
info@la-dieta-di-eva

http://www.la-dieta-di-eva.com/

Arriva il grande freddo aiutiamo gli uccellini ed i randagi

In questi giorni è previsto l’arrivo di un ondata di freddo polare, con temperature in picchiata fino a cinque gradi sottozero la notte e nelle prime ore del mattino.

Freddo che porterà con se il gelo aumentando la difficoltà per gli uccellini ma anche per gli animali randagi di alimentarsi. Da qui la necessità di dare una mano ai nostri fratelli “piumosi e pelosi” in questi giorni difficili per loro. Ecco di seguito una serie di consigli semplici ed utili per aiutarli.

UCCELLINI
Per loro è davvero dura in questi giorni di freddo procurarsi il cibo, dunque invitiamo tutti ad esporre sui balconi delle piccole mangiatoie (ne esistono di gia pronte in legno o che possono essere realizzate in materiale di riciclo come ad esempio le bottiglie di plastica) contenenti piccoli pezzettini di grasso e carne avanzata (per chi la consuma), croste di formaggio, briciole di dolci, frutta fresca e secca e miscele di semi, le mangiatoie vanno rifornite regolarmente senza riempirle fino all’orlo in quanto a causa del freddo parte del cibo potrebbe deteriorarsi.
Le mangiatoie vanno messe in zona non raggiungibile dai gatti in quanto i felini dotati di un imponente scatto rischiano di catturare ed uccidere gli uccellini che vengono sul vostro balcone o nel vostro giardino per ristorarsi.

GATTI
Se sappiamo esserci una colonia felina, o semplicemente dei gatti randagi che sono in cerca di cibo e vivono nella nostra zona ricordiamoci di mettere loro le ciotole del cibo secco e umido in una zona riparata, infatti i croccantini con l’umidità rischiano di deteriorarsi, mentre la pappa umida potrebbe anche congelare, e i nostri amici felini affamati potrebbero mangiare del cibo che può fare loro male. Cambiare il cibo due volte al giorno e lasciare in luogo riparato anche la ciotola dell’acqua fresca (che di notte rischia regolarmente di gelare). Se vi va lasciate aperta qualche finestra delle cantine o di locali dove non ci siano pericoli per i nostri amici a quattro zampe in modo che possano ripararsi per la notte e combattere il freddo.

CANI
Anche per i cani randagi valgono le regole dei mici, mettete sempre una ciotola con cibo e una con acqua in ambiente riparato, rifornite le ciotole quotidianamente perché a causa del freddo il cibo lasciato troppo a lungo potrebbe deteriorarsi.
Anche per loro se qualcuno ha possibilità lasci aperta la porta di un sottoscala o di un locale dove non ci siano dei pericoli per i nostri amici e mettere a terra delle coperte in modo che cani e gatti possano trovare un po di riparo specialmente nelle zone più fredde.

ALTRI ANIMALI SELVATICI
SEGUIRE EVENTUALI CONSIGLI FORNITI DAL CORPO FORESTALE DELLO STATO. RIVOLGETEVI AL 1515 PRIMA DI PRENDERE QUALUNQUE INIZIATIVA PER FAVORIRE L’ALIMENTAZIONE SPECIALMENTE SE SI TRATTA DI ANIMALI DEL BOSCO O DI SELVATICI DI GROSSA MOLE.

Roma (28 gennaio 2012)

Lorenzo Croce
Presidente Nazionale Aidaa
Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente

http://aidaa-animaliambiente.blogspot.com/