Archivi del giorno: 2 febbraio 2012

Nina

Nina è uno di quei cani che nascono invisibili, vivono invisibili e probabilmente moriranno  invisibili…

quelle vite senza senso, vite non vissute di cui noi per un attimo ne abbiamo letto la poesia..
 
Nina era una cagnolina di strada, una randagina dall’aria sbarazzina, una cagnolina nera  smilzetta e un pò spettinata, di quelle  che non attirano l’attenzione…
una di quelle cagnoline che nessuno sceglie di portarsi  a casa.
 
Un giorno è stata accalappiata insieme ad altri sfortunati come lei, e sbattuta senza appello in una delle tante celle di un canile sperduto.
La reclusione, i latrati assordanti di centinaia di disperati come lei e la paura di questo luogo infernale..
hanno spinto Nina a scappare dal suo box!!

Ma la fuga disperata di Nina si è conclusa tristemente in un box  a prova di evasione… sbarre ovunque, sbarre anche sul cielo..
 
Nina ora trema  in un angolo della sua prigione.. atterrita da rumori metallici, latrati, gesti paurosi di uomini sconosciuti..
il pelo bagnato dalla neve che si ghiaccia addosso.. sul suo corpicino pelle e ossa che a fatica  si difende dal freddo..
 
negli occhi  il terrore  di quello che ancora potrà capitarle.
 
Nina mi guarda terrorizzata camminando su e giù, vorrebbe avvicinarsi a me nel dubbio  che la mia voce dolce sia davvero una speranza… ma la paura è tanta da spingerla a movimenti compulsivi via da me..
finchè si blocca stremata  della sua stessa paura, annientata..
e mi trafigge con lo sguardo più dolce e più disperato  che io abbia mai visto..
una richiesta di aiuto che ti lacera l’anima.
 
Non riesco a dimenticare quello sguardo… non posso smettere di pensare che tra pochi giorni verrà di nuovo presa e incarcerata in un canile ancora più sperduto..
non posso non pensare che verrà inghiottita  dal terrore e dalla disperazione in cui  vivrà per sempre.. in una cella di un canile dimenticato,
fino a che finalmente morirà…  invisibile al mondo come è sempre stata.
 
Nina è giovane,  terrorizzata….ma nei suoi occhi ho letto una dolcezza immensa, che donerà senza riserve a chi le ridarà la vita..
 
Apriamo la gabbia di Nina prima che sia troppo tardi… anche uno stallo è sufficiente per salvarla.
 
Adottabile in tutto il centro nord italia con controlli pre e postaffido. Nina è una taglia media molto contenuta, circa 15 kg. 
 
Cristina tel.3334930081  vetromorfosi.design@libero.it

Annunci

Nasce il “Vegcoach”

Nuova figura professionale nell’ambito dei lavori verdi: nasce il “Vegcoach”.

Un supporto per privati, imprese e amministrazioni intenzionate ad orientare i propri consumi in modo più “etico” per la propria salute e l’ambiente. Riduzione o sostituzione di cibi animali, studio di menu a basso impatto ambientale e servizi personalizzati.

Negli ultimi dieci anni sono sempre di più le persone che decidono di diminuire o eliminare dalla propria tavola i prodotti di origine animale e le imprese e pubbliche amministrazioni che optano per regimi più “green” anche nel comparto alimentare.

L’eccesso di proteine e grassi animali è infatti tra i principali responsabili di obesità, malattie cardiovascolari, alcuni tipi di cancro, sovrappeso e obesità infantile e poi sempre più persone ritengono inaccettabili le condizioni in cui vivono gli animali negli allevamenti.

Tra l’altro gli allevamenti intensivi, da cui proviene la quasi totalità di carne, latte, latticini e uova nei paesi industrializzati, sono la seconda causa di emissione di gas serra e quindi di cambiamento climatico oltre che di inquinamento di mari, fiumi e terreni.

Ecco perché la Commissione Europea ha avviato un piano per la sostenibilità ambientale che prevede, tra le altre cose, che nelle mense pubbliche vengano ridotti consumo e utilizzo di carne, pesce, latticini e uova. Questo piano è stato recepito con un decreto ministeriale, il  25 del 2011: le principali autorità scientifiche sovranazionali dicono infatti che la riduzione dei consumi di prodotti animali è l’unico mezzo rapido e allo stesso tempo efficace per contrastare i cambiamenti climatici. Infatti già un unico pasto completamente vegetale, a parità di qualità nutrizionale , è in grado di far risparmiare 1,6 kg di CO2 eq rispetto ad uno con carne.

E’ in questo scenario che nasce la nuova figura professionale del “Vegcoach”, ideata da Roberta Bartocci, biologa nutrizionista, che per tredici anni ha collaborato con la LAV, Lega Anti Vivisezione occupandosi di campagne a favore dello stile di vita vegetariano.

Il Vegcoach è la figura professionale che condurrà singoli o imprese nel loro percorso, qualsiasi esso sia, di avvicinamento ad un’alimentazione più “green”, poiché è esperto di alimentazione, nutrizione e lifestyle vegetariano e vegano.
(Ufficio Stampa: Cristina Buraschi I 346 0918556 I cburaschiquology.it)

Robera Bartocci

Mi chiamo Robera Bartocci, ho 35 anni, un bimbo di 3 e sono una biologa nutrizionista; ho collaborato per 13 anni anni con la LAV, Lega Anti Vivisezione, inizialmente occupandomi di sperimentazione animale, poi di campagne a favore del vegetarismo e da pochi mesi ho deciso di dedicarmi in proprio ai servizi per il mondo veg.

Approfitto per parlare della mia nuova attività in ambito “veg”. Si tratta di una nuova figura professionale tra i cosiddetti lavori “verdi” che ho chiamato “Vegcoach”: una guida del mondo veg, per rispondere alle tante esigenze che vi ruotano attorno:

-hai intenzione di diventare vegetariano o vegano ma non sai dove mettere le mani? Quali cibi acquistare e come cucinarli ?

-sei un vegano convinto ma i tuoi genitori ancora tentano di rifilarti pezzi di formaggio o carne a tradimento per paura di chissà quale carenza?

-hai un ristorante cui vorresti dare un’impronta di sostenibilità solo proponendo nuovi menu?

Il Vegcoach è quindi in grado di stilare diete per impostare un’alimentazione sana e correggere, attraverso i cibi vegetali, situazioni di sovrappeso, osteoporosi o altro , ma non solo:  tra i servizi proposti conferenze e corsi di cucina vegan di base a domicilio e per le imprese di ristorazione dimostrazioni e degustazioni di cibi proteici vegetali: tofu, seitan, tempeh, etc Come utilizzarli in cucina, quali i migliori da acquistare.

Potete trovare tutte le informazioni relative alla mia nuova professione su sito:

www.vegcoach.it

Dago

Dago  ha circa 18 mesi,  incrocio  pittbull, sterilizzato e vaccinato ma il test leshmania è risultato positivo.

Rischia di morire se rimane in canile…….non lo stanno curando adeguatamente in quanto Dago si è mostrato nervoso verso chi entra per pulire il box.

Non riesce più a gestire lo stress di quel box, con me che lo conosco è dolcissimo e ha tanta voglia di giocare.

E’ stato abbandonato l’estate scorsa e si trova in PROVINCIA di TARANTO
Adottabile al Centro Nord previo controllo preaffido e modulo di adozione.
 
Per info: mg.distante@alice.it cellulare 347-9449236