Archivi del mese: aprile 2012

Decine di beagle liberati dall’inferno di Green Hill

Sabato 28 aprile rimmarà impressa come una data storica per il movimento di liberazione animale italiano e internazionale, con la liberazione in pieno giorno di decine di cani liberati dal lager Green Hill al culmine di un corteo.  

La liberazione dei cani dal lager di Montichiari è un segno evidente di quanto non sia più sopportata l’idea degli animali come cavie dei vivisettori e di quanto le persone siano decise a cambiare le cose in prima persona. Questa campagna ha fatto pressione su tante istituzioni affinché chiudessero questo allevamento, ma le migliaia di persone che l’hanno seguita non hanno più voglia di ascoltare promesse e menzogne ed è arrivato il momento di salvare almeno alcuni di quei prigionieri.

Il corteo di sabato 28 ha portato a Montichiari più di 1000 persone che hanno sfilato per le vie cittadine fino all’allevamento. una volta nei pressi di via san Zeno, la via del lager, la folla si è infilata sù per i campi e ha raggiunto l’allevamento. Gli schieramenti di polizia non hanno impedito alle persone di arrivare alla rete.

Alcuni hanno usato le reti del cantiere per scavalcare il filo spinato ed entrare nell’allevamento, da quel momento sono cominciati momenti difficili da descrivere, con buchi nelle reti, scavalcamenti, cuccioli passati di mano in mano e fuggiti verso una nuova vita.

Gesti di liberazione e momenti di libertà, per i cani e non solo, anche per tutti coloro che hanno sfidato e violato la legge per mettere in pratica un senso di giustizia più alto, basato sull’etica. Momenti che non verranno dimenticati facilmente. L’emozione di questa giornata è incredibile e impossibile da descrivere.  Questa giornata racconta di un movimento che è determinato a chiudere il lager Green Hill, racconta di una coscienza che si sta risvegliando e di un problema passato per troppo tempo sotto silenzio, l’inferno della vivisezione.

Green Hill è diventato da tempo un simbolo e una concretizzazione di ciò che accade nei laboratori, un luogo da cui partono tante di quelle vittime della scienza e della tortura. Green Hill è diventato un simbolo da abbattere, per ora sono cadute alcune delle sue reti, poi verrà il momento in cui questo luogo di prigionia sarà forse solo un lontano ricordo.

Alla fine di questa indimenticabile giornata purtoppo abbiamo saputo che 12 persone, 8 donne e 4 uomini, sono state tratte in arresto e dopo una notte in questura sono state portate nel carcere di Verziano a Brescia.

Per loro si sta muovendo subito la solidarietà con appelli per la loro liberazione e presidi davanti al carcere per fargli sentire la nostra vicinanza.

domenica 29 aprile
si è tenuto un presidio di solidarietà alle 14.30 davanti al carcere.

Invitiamo a telefonare e mandare fax
alla prigione e mail alla questura di Brescia per chiedere la loro liberazione immediata:

-Casa Di Reclusione Di Brescia – Verziano  Via Flero 157 – 25125 Brescia (BS)  tel: 030 3580386

-E-mail della questura:
urp.quest.bs@pecps.poliziadistato.it

Daremo presto aggiornamenti.

Salviamo i cani di Green Hill
http://www.fermaregreenhill.net/wp/decine-di-beagle-liberati-dallinferno-di-green-hill

Annunci

Scelta vegetariana e vita in bicicletta

Uno stile di vita più sano e sostenibile è alla portata di ognuno di noi. Questo libro descrive la strada per arrivarci: partendo dall’alimentazione e dal movimento.

Della scelta vegetariana sono illustrati vantaggi e caratteristiche, ma la ricca documentazione è utile a tutti, onnivori compresi, per conoscere gli alimenti e sfruttarne a pieno le proprietà nutrizionali.

Scrive Michela De Petris: “Sono molto contenta di comunicarvi ufficialmente la recentissima uscita del mio nuovo libro “Scelta vegetariana e vita in bicicletta” edito da Il Pensiero Scientifico Editore e scritto a quattro mani con il dott. Destino, biologo nutrizionista.

Io mi sono occupata delle basi scientifiche della scelta vegetariana (in realtà vegana!) delle indicazioni pratiche per costruire al meglio la propria alimentazione quotidiana e delle ricette (tutte vegan!) e il dott. Destino della mobilità sostenibile (bici): il connubio è eccezionale!

Alimentazione e sport sono la mia passione: quale scelta migliore decidere di mangiare vegan e muoversi senza inquinare? in bici si può fare di tutto, dalla spesa ai viaggi: è bello, economico, ad impatto zero e rilassante. E poi è un libro davvero scritto con il cuore.”  (Michela De Petris)

Prezioso per gli amanti della bicicletta, indispensabile per i sedentari, l’esame del dispendio energetico e dell’attività fisica. Numerosissime le indicazioni pratiche, i consigli e le esperienze raccontate, e, per concludere, ricette, menu e itinerari cicloturistici. Rivolto ai vegetariani, ciclisti e no, ma anche ai professionisti della salute (medici, biologi, specialisti della nutrizione, esperti in attività motorie), il testo offre informazioni a tutte le persone sensibili ai temi della prevenzione sanitaria, dell’etica, del mondo della bicicletta, del turismo alternativo.

Presentazione di Umberto Veronesi
Prefazione di Vincenzino Siani

Gli Autori

Dott.ssa Michela De Petris
Esperta in alimentazione vegetariana, vegana, macrobiotica e nella terapia nutrizionale del paziente oncologico, è membro della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana. Lavora presso l’Ospedale San Raffaele e il Centro di Medicina Antroposofica Artemedica di Milano.

Dott. Mauro Destino
Biologo, Specialista in Scienza dell’Alimentazione dell’Università Politecnica delle Marche. Docente e Nutrizionista al Master Internazionale in Alimentazione e Dietetica Vegetariana della Fundación Universitaria Iberoamericana (FUNIBER). Curatore del sito Obesitasovrappeso.it

Lettera di SSNV a La Repubblica

Lettera di SSNV a La Repubblica

Cari lettori,

rendiamo nota la lettera inviata il 26 aprile, a La Repubblica, sul tema della risposta data da una pediatra sulle pagine del giornale in merito all’alimentazione vegetariana nei bambini.

Per chi volesse mandare le sue osservazioni, facciamo presente che le mail del direttore e della rubrica delle lettere del giornale sono rispettivamente: v.zucconi@gmail.com rubrica.lettere@repubblica.it

Questa la lettera di SSNV:

Egregio Direttore de La Repubblica, Spett.le Redazione,

Leggiamo a questa pagina: http://www.repubblica.it/salute/esperti/pediatria/2012/04/25/news/il_pediatra_del_23_aprile-33809757/ in risposta a una domanda di una lettrice, le affermazioni della dottoressa Susanna Esposito: “Risposta – Gentile signora, la sudorazione di cui parla non è un problema se non si associa a febbre o a rilevante perdita di peso (calo ponderale superiore al 5% rispetto a un peso precedente). Anche il pianto notturno non è un problema. Per contro, è molto grave se la sua alimentazione è priva di carne. Una dieta vegetariana nei primi anni di vita può portare a una grave anemia e causare anche un ritardo di sviluppo neurologico.”

Come Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana – SSNV chiediamo una pubblica rettifica di questa risposta, in quanto questa affermazione è disinformativa e priva di fondamento.

Una dieta vegetariana nei primi anni di vita è invece un efficace mezzo di prevenzione dell’obesità infantile, e può contribuire a ridurre il successivo rischio di malattie cardiovascolari, obesità, diabete e ipertensione.

Le diete vegetariane correttamente pianificate, secondo l’Associazione dei Dietisti Americani – ADA (2009), comprese le diete totalmente vegetariane o vegane, sono infatti appropriate per individui in tutti gli stadi del ciclo vitale, ivi inclusi gravidanza, allattamento, prima e seconda infanzia e adolescenza. Esse sono salutari, adeguate dal punto di vista nutrizionale, e possono conferire benefici per la salute nella prevenzione e nel trattamento di alcune patologie.

Quanto affermato dalla dr.ssa Esposito è pertanto anacronistico terrorismo; probabilmente si basa sui pochi studi condotti negli anni ’80 tra i bambini macrobiotici nei quali la restrizione calorica e l’eccesso di fibre hanno dato origine ad alcune situazioni carenziali.

Tali dati non possono in alcun caso essere traslati ai nostri bambini latto-ovo-vegetariani e vegani moderni, che seguono diete che soddisfano i requisiti di adeguatezza nutrizionale.

Non esiste infatti al giorno d’oggi alcuna giustificazione a queste che si configurano esclusivamente come “opinioni personali” di chi le rilascia: il modello vegetariano, che propone una dieta basata principalmente o esclusivamente su cereali, legumi, frutta, verdura e frutta oleaginosa è infatti un modello di dieta estremamente sano. Chi si occupa delle prime epoche della vita dovrebbe fare tesoro dei dati complessivi che provengono dalla ormai ricca letteratura scientifica sull’alimentazione vegetariana, se veramente ha a cuore la salute dei propri piccoli pazienti.

Cordiali saluti,

la Redazione di Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana – SSNV http://www.scienzavegetariana.it/

Diventare Vegani

Atteso dalla comunità vegana e vegetariana italiana, già ricercato e venduto online nella sua versione in lingua originale dalle principali associazioni che si occupano di alimentazione senza carne

Recensione di Stefano Momentè

Ecco il libro giusto per passare a un’alimentazione vegana senza ansie e senza carenze informative e per godere appieno dei favolosi “effetti collaterali” di questa dieta che sta facendo sempre più proseliti in tutto il mondo.

In commercio non esiste un testo simile sull’argomento per completezza di informazioni e di dati comparativi tra i vari cibi. Un repertorio davvero considerevole di tabelle e consigli dietetici rispetto a tante domande specifiche legate a questa scelta (allattamento, gravidanza, infanzia, allergie ecc.).

Sono illustrati tutti i possibili rischi di una dieta squilibrata in senso restrittivo con carenze da vitamina B12, omega3, omega6, proteine, ferro, calcio ecc. e al pari tutte le soluzioni per evitare queste situazioni chevengono anche messe a confronto con le condizioni patologiche derivanti dall’alimentazione con carne.

Completano il volume le implicazioni etiche, filosofiche, ecologiche ed economiche di questa dieta nonché suggerimenti veramente intelligenti per affrontare le domande che solitamente vengono poste a chi fa questa scelta.

Le autrici

Vesanto Melina è dietista professionale e co-autrice di alcuni libri di alimentazione vegetariana. Ha coordinato la sezione vegetariana di un manuale di dietetica clinica, un progetto dell’American Dietetic Association and Dietitians in Canada. è conosciuta per le sue conferenze a livello internazionale, lavora come consulente per privati, governi e industrie alimentari sui temi della nutrizione vegetariana.

Brenda Davis è una dietista professionale che esercita privatamente. è co-autrice di vari bestseller e articoli sull’alimentazione vegetariana e responsabile del Vegetarian Nutrition Dietetic Practice Group dell’American Dietetic Association, la più importante associazione pubblica di ricerca e studio sull’alimentazione negli USA. Leader indiscussa nel suo campo, tiene conferenze a livello internazionale. Esperta nutrizionista, si è occupata di alimentazione per il sevizio sanitario pubblico, poi presso una clinica e ha lavorato come consulente.

Titolo: Diventare Vegani
Guida completa a una scelta alimentare salutare ed etica
Autrice:
Brenda Davis, Vesanto Melina
Editore:
Macro Edizioni
Data di Pubblicazione:
2011
Prezzo: € 16,50

Fonte:
http://www.veganitalia.com/modules/news/article.php?storyid=1783

Cena benefit per Ippoasi

Cena benefit per Ippoasi Fattoria della Pace.
Roma, venerdì 4 maggio 2012 ore 20:00

Il rifugio Ippoasi ospita animali cosiddetti “da reddito” salvati da morte certa. Oggi più che mai la fattoria della pace ha bisogno del nostro aiuto.

Durante la serata verrà offerto un buffet con sottoscrizione di 15 euro. Il ricavato della cena servirà a sostenere le spese di gestione e mantenimento degli animali ospitati

Info e prenotazioni:
Rewild, Via Giovannipoli-18
Garbatella, San Paolo
0697613910
3477130164

Tavoli informativi di maggio

Per il mese di Maggio intendiamo organizzare dei tavoli informativi nelle città di Forlì, Cesena, Rimini e Ravenna, per far conoscere il nostro attivismo e promuovere lo stile di vita vegan.

Come? Distribuendo volantini preparati per l’occasione. Tenteremo di sensibilizzare le persone, illustrando un modo diverso di rapportarci con gli animali, non più un qualcosa di cui disporre ma un qualcuno con cui condividere un mondo libero da ogni sfruttamento. Inoltre avremo disponibili anche opuscoli e libri che approfondiscono la questione animale da un punto di vista etico che reputiamo fondamentale.

Non solo! Il banchetto sarà un buon momento per conoscere altri attivisti, confrontarsi e mettersi in gioco rapportandosi con chi non la pensa come noi. A queste persone, che ancora non hanno esteso il proprio rispetto verso tutti gli animali, dovremo saper comunicare e spiegare che non esistono differenze, tutti possono soffrire e il più delle volte queste sofferenze siamo noi a causarle, magari non direttamente ma con le nostre abitudini.

Semplice no? Se desideri partecipare, scegli la data e la città che preferisci e contattaci subito.

Aiuta gli animali. Mail  info@essereanimali.org   Tel  342 1894500

Maggio:
Sabato 5 ore 10.00 | Cesena, piazza del Popolo
Venerdì 11 ore 10.00 | Forlì, piazza San Crispino
Sabato 12 ore 16.30 | Rimini, piazza Tre Martiri
Sabato 18 ore 16.30 | Ravenna, piazza Andrea Costa
Sabato 26 ore 16.30 | Ravenna, piazza Andrea Costa
—–
essereAnimali – diverse specie un solo pianeta
info@essereanimali.org tel: 342 18 94 500
facebook: www.facebook.com/essereAnimali

http://www.essereanimali.org

Veganshoes made in Italy

Veganshoes è una realtà appena nata di produzione di scarpe vegan, 100% made in Italy

Vengono assemblate da piccole aziende artigiane (bresciane per la precisione) con materiali e disegni forniti da Veganshoes. Io sono la titolare, mi avvalgo della collaborazione di mio marito che lavora come modellista di calzature da parecchi anni e che, in questo progetto, si occupa di elaborare i modelli, cercare i materiali e seguire le varie fasi della produzione.

Sono realizzate interamente con  materiali alternativi alla pelle, al cuoio e alle materie di origine animale che vengono normalmente utilizzati nella produzione di scarpe.

Le nostre scarpe sono in vendita sul nostro sito Veganshoes.it. In questo momento sul sito potete trovare polacchini e ballerine in microfibra e in tessuti di varie fantasie e colori.

Altri modelli e colori di ballerine arriveranno nei prossimi giorni. Naturalmente tra poco saranno disponibili anche alcuni modelli di sandali.

Le spese di spedizione sono gratuite (abbiamo deciso di non “caricare” i clienti di ulteriori spese visti anche i tempi non proprio rosei). Per il momento sono disponibili solo calzature da donna.

Romina Garattini

info@veganshoes.it

collezione 2013

http://www.veganshoes.it