Archivi del mese: giugno 2012

Edizioni A Mano LìberA: libri belli… per bimbi ribelli

EDIZIONI A MANO LìBERA: libri belli… per bimbi ribelli!

Le Edizioni A Mano LìberA vengono alla luce nella primavera del 2011, dall’esperienza che prosegue tuttoggi di LìberaMente – libreria raminga.

Reduce da diverse esperienze in veste di organizzatore di eventi di “contro-informazione” su tematiche tanto care all’ambiente “complottista”, decido così di dare vita ad un’idea che mi frullava in testa da parecchi anni: riuscire a portare per le strade e le piazze l’informazione libera da interessi e manipolazioni.

Mi rendo fin da subito conto che le mie piccole battaglie devon essere portate avanti non per questa società che reputo sull’orlo dell’abisso, ma bensì per costruire un mondo migliore per le future generazioni; così, grazie anche alla grande illuminazione che la gioia di vivere di mia figlia Benedetta mi regala, decido di lanciarmi a capofitto nella creazione di piccole storie in rima per spiegare ai più piccini come funzionano realmente le cose.

Ispirandomi a principi libertari che da qualche anno a questa parte ho fatto miei, scelgo però il canale editoriale meno convenzionale in assoluto: mi affido così all’editoria creativa ed autoprodotta, ovverosia la semplice tecnica di realizzazione di libri fatti a mano, con materiale di scarto e riciclato (carta, cartone, cartoncino, e molto altro…), e che prevede appunto l’autoproduzione in tutte le sue fasi (scrittura, taglio, rilegatura, manipolazione, inserimento di oggetti, distribuzione, scambio, baratto e/o vendita).

Vedono così la luce storie molto semplici, ma al contempo profonde, nella quasi totalità ispirate alla filosofia vegan ed alla battaglia animalista: fra le più belle Vegeta-Lupo, racconto aneddotico (si dice così? boh…) di un ex-predatore divenuto amante di frutta e verdura… e tutto grazie ad un piccolo pennuto,  o la primissima storia realizzata, Nella fattoria di Veg-Anna, un luogo particolare in cui i nostri amici animali da reddito vivon alla grande e non pensano a finir insaccati o sul banco di qualche salumiere di periferia… insomma, un inno alla vita vegan!

Come dimenticare le storie animaliste quali Il Pianeta dei Maiali, ovvero come trovarsi catapultati in una realtà “alla rovescia”, dove l’Uomo è servo della “Razza Suina”, che s’ingozza e vive alle sue spalle… Sarà tutto vero? Boh… Munirsi di shuttle ed andare a visitarlo, please! Mentre, fra le più toccanti, trova sicuramente posto Petti-Rosso e il volo verso la libertà, in cui i nostri bimbi faranno la conoscenza di un piccolo uccellino capitato per caso all’interno di un allevamento di polli, che farà capire loro che al di fuori di quelle sbarre c’è il cielo che li aspetta!

Se volete conoscere anche le altre storie che ho realizzato potete consultare il mio sito:
www.libriliber.ithttp://edizioniamanolibera.blogspot.com

A proposito: sono costantemente alla ricerca di feste a tema vegetariano-vegan, a manifestazioni dedicate all’etico, a mercatini del riciclo-riuso, a fiere della piccola editoria, festival libertari, mercatini biologici, incontri d’informazione libera, e quant’altro, che si svolgono nelle vostre zone!

La mia furgo-carretto-libreria sarà ben lieta di far mostra di sé!
—-
Alessandro

http://edizioniamanolibera.blogspot.com

 

Annunci

Scottanti rivelazioni dall’interno di Green Hill

Dipendenti ed ex-dipendenti di Green Hill hanno deciso di contattarci e darci informazioni preziose e prove di attività illegali compiute all’interno del lager di Montichiari.

Da tempo girano voci di soppressioni fatte illegalmente, di cani considerati “di seconda scelta“, scartati e soppressi solo per le caratteristiche di razza o piccole anomalie, che non vengono venduti agli esigenti clienti di Green Hill. Da tempo sapevamo che la Marshall taglia le corde vocali ai cani per alcuni suoi clienti. Adesso abbiamo le prove di tutto questo!

Guarda il video con immagini riprese dentro i capannoni e la registrazione audio che inchioda Green Hill, provando le soppressioni illegali:

Guarda la lista di richieste dei clienti di Green Hill, tra cui il taglio delle corde vocali, e leggi le dichiarazioni di una ex-guardia del lager:
http://www.fermaregreenhill.net/wp/rivelazioni-dallinterno-di-green-hill

Questi sono solo una parte dei segreti di Green Hill e dell’oscuro mondo della vivisezione. Segreti che vengono a galla e provano lo sporco business di chi considera gli animali solo come merce e oggetti su cui sperimentare.

Per noi i cani di Green Hill e tutte le altre vittime della vivisezione sono invece esseri viventi, individui, da salvare ad ogni costo.

Vieni anche tu a dare voce agli animali! Contro lo specismo – Per la liberazione animale!

Sabato 30 giugno – Montichiari – Ore 15.30, Palageorge di via Falcone Corteo nazionale contro Green Hill e la vivisezione

——–
“Salviamo I Cani Di Green Hill”
www.fermaregreenhill.net

info@fermaregreenhill.net

L'”Effetto Finanziamento” dell’industria alimentare

Come mai le ricerche finanziate dall’industria ottengono sempre risultati a loro favore?

Un articolo pubblicato qualche anno fa sulla rivista scientifica PLoS Medicine, intitolato Correlazione tra le fonti di finanziamento e le conclusioni negli articoli scientifici sul tema della nutrizione spiega come vi sia un pesante legame tra i finanziatori delle ricerche scientifiche e i risultati ottenuti dalle ricerche stesse. Di seguito riportiamo un video in cui il dottor Michael Greger commenta questo studio, con la trascrizione in italiano del suo intervento subito sotto.

(Fonte: Food Industry “Funding Effect”

Traduzione in italiano: L'”Effetto Finanziamento” dell’industria alimentare

“Chi paga il pifferaio sceglie la musica”, e sembra proprio che gli studi finanziati dalle industrie di prodotti lattiero-caseari e di bibite gassate siano influenzati più di quelli finanziati dalle case farmaceutiche.

Quando le aziende alimentari dichiarano che c’è la scienza a sostegno di alcune delle loro criticabili affermazioni, potrebbe benissimo esser vero.

Queste industrie multimiliardarie hanno infatti molti capitali da distribuire agli Enti di ricerca, e “l’Effetto Finanziamento” riesce a rendere i risultati ottenuti dai ricercatori compatibili con le conclusioni desiderate da chi finanzia lo studio.

“L’Effetto Finanziamento” e la strategia del “creare incertezza” sono stati utilizzati con molto successo dai produttori di alimenti non salutari contro le informazioni che tutelano la salute pubblica. Contro tali informazioni, infatti, le aziende oppongono i risultati di studi scientifici che minimizzano i rischi dei loro prodotti: peccato però che questi studi siano finanziati dalle aziende stesse. Si possono portare come esempio i casi classici di produttori che hanno finanziato studi che minimizzavano i rischi di amianto, benzene, piombo, etc.

Questo fenomeno è stato ampiamente studiato nel caso dell’industria farmaceutica, dove infatti si è potuto verificare che gli studi finanziati da un’azienda farmaceutica riportano risultati favorevoli all’azienda fino a quattro volte superiori a quelli ottenuti da studi indipendenti.

Ma, al contrario, c’è pochissima informazione disponibile riguardo alla diffusione o l’impatto dei finanziamenti da parte dell’industria alimentare sulle ricerche che riguardano i temi della nutrizione.

Basti pensare che se la mancanza di imparzialità nella ricerca farmaceutica potrebbe avere un effetto dannoso sulla salute di milioni di persone che fanno uso di farmaci, la mancanza di imparzialità nelle ricerche che interessano la nutrizione potrebbe avere un effetto dannoso sulla salute di tutti.

Così si è rivolta l’attenzione alle bibite gassate e al latte, in questo studio che andiamo a commentare.

Gli studi finanziati da grosse industrie di bevande o lattiero-casearie hanno una maggiore probabilità di arrivare a dei risultati favorevoli per i prodotti dei loro finanziatori?

In questo caso, la situazione si è rivelata persino peggiore di quanto accade per le aziende farmaceutiche. Il risultato principale di questo studio, che ha analizzato i risultati complessivi delle ricerche in questo ambito, è che gli articoli scientifici sulle bevande più comunemente consumate erano all’incirca dalle quattro alle otto volte a vantaggio degli interessi finanziari della ditta che li sponsorizzava, rispetto ai risultati degli articoli che non avevano ricevuto finanziamenti dalle industrie.

In particolar modo, sentite questa, nessuno tra gli studi sulle bibite gassate o sul latte sostenuti unicamente dall’industria, arrivava ad una risultato negativo. Neanche uno.

Traduzione a cura della dr.ssa Roberta Bichi

Articolo originale: Lesser LI, Ebbeling CB, Goozner M, Wypij D, Ludwig DS (2007) Relationship between Funding Source and Conclusion among Nutrition-Related Scientific Articles. PLoS Med 4(1): e5. doi:10.1371/journal.pmed.0040005

———

http://www.scienzavegetariana.it/

Soggiorno ristoratore e curativo a Vetralla (Vt)

Soggiorno ristoratore e curativo a Vetralla (Vt)  dal 24 al 30 agosto

• appartamento su più piani elegantemente arredato
• soggiorno completo di colazione pranzo e cena con alimenti naturali, privi di prodotti animali, curativi e appetitosi
• preparazione personalizzata di rimedi e decotti secondo la patologia da curare (vedi patologie sotto descritte)
• scuola di cucina sugli alimenti di base e sui rimedi
• possibilità di passeggiate nei boschi a 10’ di auto
• possibilità di bagni nelle rinomate terme a 15’ di auto
• eventuale consulenza di “terapia alimentare” su richiesta, a parte
• posti disponibili 10 (l’appartamento non è adatto a persone portatrici di handicap)

Prenotazioni ed info al 333 4389896 di Bergamin Ornella
terapista alimentare, cuoca di cucina naturale e curativa accreditata “La Sana Gola” (Mi); master cucina curativa Lucca; approfondimento su “cibo a sostegno del malato oncologico” con la supervisione del Dr. Franco Berrino (Dipartimento di Medicina preventiva e predittiva, Istituto Nazionale Tumori Milano)

Rafforzare la digestione:
L’apparato digerente; La flora intestinale, Gonfiore di pancia, pesantezza digestiva, gastriti, afte, anemie, nausee, intolleranze alimentari, ulcere in bocca, al tratto digerente, al duodeno, ernia iatale, reflusso, ulcere al duodeno, stitichezza, coliti, diarrea, fistole, emorroidi…

Voglia di dolce, appetito eccessivo e perdere peso:
La glicemia; Il pancreas; Come affrontare le voglie del dolce e del salato; Le diete; La cellulite.

Dolori e mal di testa:
Dolori alle articolazioni, Dolori alla spina dorsale; Dolori alla testa; I dolori artrosi e artriti.

Allergie e debolezze del sistema immunitario:
Le allergie; Il sistema immunitario; Le vie respiratorie; Il sistema linfatico.

Gli alti e bassi della pressione:
La pressione; L’ipertensione; La minima e la massima; I ruoli del cuore.

Il diabete:
Insulina e antinsulina; Iperglicemia; Ipoglicemia; Diabete di tipo uno; Diabete di tipo due; Complicazioni legate al diabete; Come eliminare i farmaci.

La gravidanza, il parto e la prima infanzia:
Energia sessuale, Problemi in gravidanza; Diagnosi nel pannolino; La pappa, Svezzamento, Prime malattie.

La pelle e i capelli:
La pelle e suoi problemi; Problemi ai capelli.

L’insonnia:
I vari tipi d’insonnia e come curarli; Come liberarsi dai farmaci.

La salute della donna:
Come coltivare l’energia femminile; I meridiani; Il mestruo; Menopausa e osteoporosi; Dolori mestruali, amenorrea, problemi di libido e fertilità oltre all’equilibrio ormonale.

La salute dell’uomo:
Armonia sessuale; I meridiani; Curare la prostata.

La salute mentale e l’armonia emotiva:
Comportamenti e condizioni; Depressione; Attacchi di panico; Ansia; Fobie; Organi ed emozioni; Curare con i 5 elementi.

Cancro, chemio e radio terapia:
Quando il corpo sembra impazzito; I 3 tipi di cancro; Chemio e radio terapia; Dopo le cure; La prevenzione.
——-
Info:
Ornella Bergamin – 333 4389896

Cibo e salute. Dalla teoria al piatto

Conferenza ‘Cibo e salute. Dalla teoria al piatto.’

Con la Dottoressa Luisa Mondo: medico chirurgo, specialista in igiene e medicina preventiva  vegetariana da oltre 30 anni, dei quali gli ultimi 11 vegan.

Giovedì 5 luglio 2012, ore 18.0, presso Sale in Zucca Viao Santa Chiara, 54 – Torino

La gastronomia Sale in Zucca si trasforma per una sera in una informale sala conferenze ma, come è sua abitudine, non vi lascerà a bocca asciutta!

Un piccolo viaggio nel mondo del cibo e dei suoi legami con la nostra salute che partirà da una serie di utili ed interessanti nozioni per approdare ai fornelli dove la teoria diventerà pratica con tanto di degustazione.

Per la serata, è richiesto un contributo di 10 euro da versare anticipatamente in contanti o tramite bonifico bancario (i dati verranno forniti al momento della prenotazione).

La prenotazione, obbligatoria per questioni organizzative, va effettuata entro martedì 3 luglio chiamando lo 011.5794968 o scrivendo a info@saleinzucca.to.it.

Gli iscritti alla conferenza, avranno diritto ad uno sconto del 5% sull’eventuale spesa (minimo euro 20) fatta da Sale in Zucca quella sera.

I prodotti in vendita sono visionabili sul sito www.saleinzucca.to.it!

Seminario di alimentazione e cucina vegetariana

Casa della Pace – Seminario di alimentazione e cucina vegetariana 18 – 26 agosto 201

Il seminario offre 3 ore al giorno di lezioni di cucina e di alimentazione equilibrata basata su ingredienti di esclusiva provenienza vegetale.

Verdure e frutta offrono una vasta gamma di micronutrienti fondamentali per la salute e sono senza dubbio gli alimenti cui dovremmo ricorrere maggiormente per ottenere una dieta ottimale. Le lezioni daranno informazioni chiare sui loro benefici e sul loro uso in cucina per ottenere piatti sani, leggeri e veramente gustosi.

Cucineremo anche insieme alcuni pasti, in modo da sperimentare in modo divertente le conoscenze acquisite. Saranno offerte delle dispense con le ricette proposte e un’introduzione ad una dieta vegetariana o vegana equilibrata.

Nei pomeriggi saranno proposte delle passeggiate su facili sentieri che percorrono i boschi intorno Casa della Pace.

Chi lo vuole potrà partecipare a momenti di silenzio serale.

Inoltre è possibile ricevere massaggi shiatsu o ayurvedici.

La Casa della Pace si trova vicino a Città di Castello e Gubbio, in Umbria, immersa tra boschi e colline.

Il seminario di cucina vegetariana/vegana sarà tenuto da Santi Borgni. Proprietario e chef di Casa della Pace, ha un’esperienza trentennale come cuoco vegetariano. L’orientamento della sua cucina è fondato sulle recenti ricerche scientifiche sulla relazione tra salute e dieta vegetariana.

Il costo giornaliero è di 75 euro. Comprende l’alloggio in camere doppie, i pasti, le lezioni di cucina e le altre attività. Supplemento di 50 euro per ogni massaggio e di 10 euro il giorno per una camera singola. Il soggiorno minimo è di 3 giorni. Sconto del 10 % per 5 giorni, del 15% per l’intero periodo.

La sera di sabato 18 ci sarà un incontro introduttivo.

Informazioni:
Santi Borgni – 075 933058
santandrea@casadellapace.org
www.casadellapace.org

Sperimentazione senza animali: cosa succede nel mondo?

Una panoramica sui nuovi progressi nel campo dei test senza animali.

Questo articolo è tratto dal numero di giungo 2012 di “Orizzonti”, la rivista dell’associazione svizzera ATRA, a firma di Massimo Tettamanti.

Il cambiamento radicale che osserviamo oggi nei test tossicologici è il passaggio da studi sugli animali con alte dosi di tossicità ad una vasta gamma di nuovi strumenti come la genomica funzionale, la proteomica, la metabolomica, i modelli farmacocinetici e di biologia dei sistemi, per studiare gli effetti delle sostanze chimiche sulle cellule, sui tessuti e sugli organismi in modo rapido ed economico. Gli studi di tossicità sugli animali non sono utili nella valutazione del rischio per la salute umana, come dimostrano le tragedie associate a nuovi farmaci / terapie e le centinaia di farmaci ritirati dal mercato a causa dei loro effetti collaterali che non si sono manifestati negli studi su animali. Questo anche perché generalmente sugli animali si usano dosaggi elevatissimi delle sostanze chimiche da testare, dosaggi completamente diversi dalle dosi a cui l’uomo viene in contatto abitualmente.

I progressi della biologia molecolare, delle biotecnologie e in altri campi scientifici stanno anche aprendo la strada ad importanti miglioramenti che aiuteranno gli scienziati a valutare i rischi per la salute derivanti dalle sostanze chimiche potenzialmente tossiche presenti nell’ambiente.

Questa convergenza di fattori, unitamente alla necessità di valutare la sicurezza di un numero sempre maggiore di sostanze chimiche e loro miscele, ha suscitato un appello per un cambiamento di paradigma fondamentale nei test tossicologici.

Progetti come AXLR8 e SEN-SI-TIV nell’Unione europea, e le iniziative TOX21, CAST TOX di EPA ed altre, sono le iniziative globali che stanno cercando di spostarsi verso veloci, robusti e affidabili metodi senza animali.

Gli animali, oltre ad avere differenti meccanismi di difesa che portano a risultati falsi o distorti, sono sottoposti allo stress della detenzione in gabbia in condizioni innaturali e la loro gestione negli stabulari potrebbe essere responsabile dei falsi risultati a cui i ricercatori giungono basandosi sui dati estrapolati da questi esperimenti (la risposta fisiologica allo stress può camuffare un indicatore di tossicità, variare, esagerare o attivare un percorso di tossicità che può essere assente in mancanza di stress o di altre variabili).

Vediamo quindi cosa la scienza ha a disposizione già oggi per progredire nella ricerca.

Gli scienziati di tutto il mondo hanno avviato un progetto pionieristico chiamato “Toxoma umano” con l’idea di mappare i “percorsi di tossicità” (POT) nell’uomo, ovvero studiare i meccanismi del sistema endocrino, le perturbazioni del sistema ormonale o altre interruzioni fisiologiche che si manifestano come effetti avversi sulla salute, i tumori, i difetti di nascita, i disturbi dello sviluppo, ecc. Il progetto “Human Toxome” utilizzerà strategie di sperimentazione integrate che combinano avanzati metodi biologici con modelli informatici al fine di creare una banca dati pubblica di Pot, consentendone il pieno accesso ai ricercatori di tutto il mondo.

La comprensione scientifica di come i geni, le proteine e le piccole molecole interagiscono per formare percorsi molecolari che mantengono la funzione delle cellule si è evoluta rapidamente, grazie ai progressi degli strumenti molecolari e computerizzati.

1. Il programma ToxCast

La United States Environmental Protection Agency (EPA) ha lanciato ToxCast nel 2007 per sviluppare metodi per prevedere gli effetti delle migliaia di sostanze chimiche che hanno bisogno di test di tossicità. ToxCast utilizza strumenti scientifici avanzati per aiutare a capire come i processi del corpo umano sono interessati in seguito ad esposizioni a sostanze chimiche e aiuta a determinare quali esposizioni hanno più probabilità di portare ad effetti negativi sulla salute.

I metodi ToxCast includono oltre 650 test rapidi. La Fase I, chiamata “Proof of Concept”, è stata completata nel 2009 e sono state studiate oltre 300 sostanze chimiche (soprattutto pesticidi). La Fase II sta attualmente esaminando 1’000 sostanze chimiche provenienti da una vasta gamma di fonti, compresi i prodotti industriali e di consumo, gli additivi alimentari e farmaci.

2. Il programma Tox21

I test elaborati da software altamente specializzati, basati sull’analisi di 10.000 composti, segnano l’inizio di una nuova fase nei test di tossicità.

Una joint venture tra il National Institutes of Health, l’Environmental Protection Agency e la US Food and Drug Administration denominata Tox21, è stata avviata il 15 dicembre 2011. Si tratta di una collaborazione che fa notevolmente avanzare la ricerca. In questo programma 10.000 prodotti chimici saranno analizzati da un sistema robotizzato ad alta velocità di screening per valutarne la potenziale tossicità.

Il progetto mira a proteggere la salute umana, migliorando il modo in cui vengono testati i prodotti chimici negli Stati Uniti. I composti analizzati coprono una vasta gamma di prodotti di consumo, di additivi e sostanze chimiche ad uso industriale e medicinale. Ciascun composto subirà un’accurata analisi per verificarne la purezza, la concentrazione e il grado di stabilità chimica. Lo scopo delle prove è di fornire risultati che saranno utili per valutare se queste sostanze hanno il potenziale di distruggere i processi nel corpo umano, e determinare effetti negativi sulla salute.

La partnership Tox21 integra progressi della biologia molecolare, della chimica e dell’informatica in modo da consentire lo screening rapido e a basso costo delle migliaia di sostanze chimiche in uso e aiuterà a generare i dati di tossicità di queste sostanze chimiche, che a loro volta consentiranno la produzione di farmaci più sicuri e contribuiranno ad individuare farmaci pericolosi.

3. Il progetto “Human Toxome”

A far evolvere ancora di più i test di tossicità è il progetto pionieristico “Human Toxome”, a cui abbiamo accennato all’inizio del nostro dossier. Responsabile del progetto, il Dott. Thomas Hartung, direttore del CAAT (Center for Alternatives to Animal Testing) della Johns Hopkins University.

Il nome prende lo spunto dal progetto di mappatura del genoma umano e prevede appunto la mappatura dei “percorsi di tossicità” (POT) nell’uomo. Attualmente i test di tossicità comportano lo studio dei risultati in animali sottoposti ad alte dosi di sostanze tossiche, con estrapolazione successiva alle risposte umane a dosi più basse. Al giorno d’oggi, gli esseri umani sono potenzialmente esposti a più di 80.000 sostanze chimiche per le quali non esistono dati sulla tossicità.

Le vie di tossicità (POT) saranno identificate nell’uomo attraverso quei sistemi in vitro che forniscono le informazioni più pertinenti per la valutazione del rischio tossicologico. L’obiettivo è di mappare la totalità del toxoma umano. La concentrazione alla quale una sostanza attiva un percorso di tossicità può essere estrapolata da metodi in vitro all’uomo. Inoltre, se una sostanza non innesca nessuna tossicità, può essere possibile stabilirne la sicurezza ad una data concentrazione.

Il progetto “Toxome Human” utilizzerà strategie di sperimentazione integrate che combinano metodi biologici con modelli informatici al fine di creare una banca dati pubblica di Pot, consentendo il pieno accesso ai ricercatori di tutto il mondo.

4. AXLR8

I progressi realizzati nel campo della biologia molecolare, delle biotecnologie ed in altri ambiti stanno spianando la strada ad importanti miglioramenti nel modo in cui gli scienziati valutano i rischi per la salute derivanti dalle sostanze chimiche potenzialmente tossiche presenti a bassi livelli nell’ambiente. Questi progressi renderanno i test di tossicità più veloci, meno costosi e,ovviamente, direttamente rilevanti per l’esposizione umana. Sulla base di tale premessa è stato lanciato dall’Unione Europea il programma AXLR8. AXLR8 mira a soddisfare la crescente esigenza di metodi tecnologicamente avanzati che non fanno uso di animali ed in particolare intende:

– organizzare una serie di workshop annuali per monitorare i progressi della ricerca;
– fornire una serie di strumenti e opportunità per una maggiore comunicazione interdisciplinare e internazionale al fine di massimizzare l’impatto delle risorse disponibili;
– snellire le procedure di validazione e applicazione di metodi convalidati.

Obiettivi finali sono:

– valutare più velocemente la sicurezza di sostanze e miscele;
– utilizzare un metodo più rapido, efficiente e conveniente rispetto alla vivisezione. Invece di concentrarsi sui segni di tossicità grave a dosi elevate in animali vivi, AXLR8 si concentrerà sulla comprensione di come le sostanze chimiche interagiscono con le cellule umane in dosaggi identici a quelli realmente presenti nell’ambiente.

L’automazione robotica di metodi in vitro permetterà la prova ad alta velocità di migliaia di sostanze in un solo giorno.

5.SEN-SI-TIV

28 gruppi, di cui 9 rappresentanti l’industria, 15 le università o gli istituti di ricerca e 4 le organizzazioni dell’UE si sono uniti per avviare questo programma. L’obiettivo finale di questo progetto è di sviluppare una strategia di test in vitro per predire l’effetto tossico sensibilizzante dei composti.

Ad oggi, non sono ancora stati convalidati dei modelli in vitro per la sensibilizzazione cutanea e respiratoria. Sen-si-tiv tenta di superare questi limiti attraverso l’esplorazione di approcci innovativi, integrando le conoscenze attuali sui meccanismi cellulari e molecolari coinvolti nella sensibilizzazione, al fine di creare un singolo test in vitro in grado di essere validato secondo gli standard internazionali.

Inoltre, poiché i modelli di coltura cellulare che verranno utilizzati in Sen-si-tiv sono di origine umana, potranno portare a una reale predittività degli effetti tossici nell’uomo. Questa nuova conoscenza aiuterà inoltre anche la progettazione di farmaci più sicuri.

Glossario

La genomica è una branca della biologia molecolare che si occupa dello studio del genoma degli organismi viventi.

La proteomica riguarda lo studio su grande scala della proteina, in particolare delle sue strutture e funzioni.

La metabolomica è lo studio sistematico delle uniche impronte chimiche lasciate da specifici processi cellulari.

La farmacocinetica è una branca della farmacologia che studia quantitativamente l’assorbimento, la distribuzione, il metabolismo e l’eliminazione dei farmaci.

La biologia dei sistemi è una disciplina biologica che studia gli organismi viventi in quanto sistemi che si evolvono nel tempo, ossia nell’interazione dinamica delle parti di cui sono composti.

Fonte:
http://www.agireora.org/info/news_dett.php?id=1300