La povertà e la morte reale di miliardi di persone.

Ecco come una parte della umanità sta determinando la povertà e la morte reale di miliardi di persone.

In data 14 Agosto 2012, Repubblica ha pubblicato due articoli:

La siccità “brucia” frumento, mais e soia
nel mondo torna l’allarme prezzi

Coldiretti, la più grave siccità dal 2002
“Un miliardo di danni all’agricoltura”

Un terzo della produzione di cereali (che adesso vengono a mancare)è utilizzato per gli allevamenti intensivi(=per produrre carne per noi) – il crollo dei raccolti USA è del 13% per il mais e del 12% per la soia, usati per alimentare gli animali destinati alla produzione di latte e carne.

Nonostante questo, non viene in mente che per evitare questo assassinio che in questo istante si sta compiendo (non si tratta solo di povertà ma di concreta impossibilità di vivere, non potendo mangiare) basterebbe considerare quanto fonti autorevoli hanno più volte sostenuto

Se i cereali fossero destinati ad uso umano si potrebbe sfamare DA SUBITO una popolazione 10 volte superiore a quella attuale Tra i tanti a dirlo, c’è Rajendra Pachauri, premio Nobel per la Pace (2007) e presidente dell’IPCC (gruppo intergovernativo, Agenzia dell’Onu che si occupa di valutare i dati sui cambiamenti climatici)

Ecco il link:
http://www.societavegetariana.org/site/modules/news/article.php?storyid=297

Ed ecco cosa dicono altri scienziati, ricercatori:

La bistecca che distrugge il pianeta
http://www.societavegetariana.org/site/modules/news/article.php?storyid=131

4mila litri d’acqua a bistecca, gli sprechi che non vediamo (Earth Overshoot Day)
http://www.societavegetariana.org/site/modules/news/article.php?storyid=307

Probabilmente ci si rende conto di un eccidio solo quando si legge che è accaduto, nei libri di storia.
————
Lo staff di Società Vegetariana
www.societavegetariana.org

Annunci

I commenti sono chiusi.