Archivi del giorno: 19 agosto 2012

Petizione contro l’uso dei latticini

Il PCRM richiede di eliminare l’utilizzo di latticini a ogni pasto nelle mense scolastiche statunitensi.

Riportiamo questo intervento dal blog del dott. Neal Barnard del PCRM, l’associazione americana di medici per una medicina responsabile, che spiega i motivi della petizione inviata dal PCRM al Dipartimento per l’Agricoltura statunitense; la petizione chiede di eliminare i latticini come alimento presente in ogni pasto delle mense scolastiche.

L’industria del latte deve smettere di mungere le mense scolastiche

L’industria lattiero-casearia sta “mungendo” le mense scolastiche per trarne profitto fin da quando e’ stato varato il “Programma Nazionale per i Pasti Scolastici”, piu’ di mezzo secolo fa. Il governo federale spende piu’ denaro in latticini che per qualsiasi altro alimento usato nelle mense scolastiche. Ma e’ ora di eliminare il latte dalle mense. Molte ricerche hanno ormai dimostrato che il latte non migliora la salute delle ossa ed e’ la maggior fonte di grassi saturi (cioe’ i “grassi cattivi”) nella dieta – proprio i grassi che le Linee Guida per una corretta alimentazione spingono a evitare. Quindi il PCRM ha inviato da poco una petizione all’USDA (il Dipartimento per l’Agricoltura) chiedendo di smettere di richiedere latte e latticini nei pasti scolastici.

Il motivo dell’inclusione di latte nella refezione scolastica era in origine dovuto al contenuto in calcio del latte. Si pensava che il latte promuovesse la salute e l’integrita’ della ossa. Ma ormai questo e’ stato dimostrato piu’ e piu’ volte essere falso. I bambini che bevono latte non hanno ossa piu’ forti dei bambini che ricavano il calcio da altre fonti.

Uno studio pubblicato dall’Associazione Medica Americana nella rivista “Archives of Pediatric and Adolescent Medicine”, pubblicato quest’anno, ha mostrato che i bambini che consumano le maggiori quantita’ di latte hanno piu’ fratture di quelli che ne consumano meno. Non c’e’ da sorprendersi. Studi precedenti dimostrano che il consumo di latte non migliora la salute delle ossa, ne’ riduce il rischio di osteoporosi, e che in realta’ crea altri rischi per la salute.

Il latte e’ la fonte principale di grassi saturi nell’alimentazione dei bambini. Un americano su otto e’ intollerante al lattosio. Piu’ di un milione di bambini statunitensi combatte con l’allergia al latte, al secondo posto come causa di allergie alimentari. E il latte contiene zuccheri in forma di lattosio, fattori di crescita degli animali e a volte farmaci e contaminanti.

Il calcio e’ un nutriente essensiale. Ma se i bambini ricavano il calcio dal latte, non assumono beta-carotene, ferro e fibra dai vegetali. I bambini possono ricavare tutto il calcio di cui hanno bisogno da altri cibi, come i legumi, il tofu, i broccoli, la verdura a foglia verde, i cavoli, il pane, i cereali e dalle bevande vegetali fortificate con calcio, senza alcuno svantaggio per la salute come accade invece coi latticini.

I tempi sono cambiati. Allo stesso modo devono cambiare le mense scolastiche. Per salvaguardare la salute e il benessere dei bambini, l’USDA dovrebbe emettere un rapporto che raccomandi al Congresso di modificare la legge sulle mense in modo da escludere il latte dalle componenti richieste nei pasti scolastici.

Fonte:
Neal Barnard, PCRM, The Dairy Product Industry Needs to Stop Milking School Lunches
24 luglio 2012
————-

Tratto da: http://www.agireora.org/

Annunci