Il Comune di Peschiera Borromeo (MI), vieta i botti di capodanno

COMUNICATO STAMPA

PESCHIERA BORROMEO VIETA I BOTTI DI CAPODANNO

botti-capodanno2

VEDIORDINANZA 1

VEDIORDINANZA2

Il Comune di Peschiera Borromeo, su suggerimento dell’Ufficio Diritti Animali gestito dall’associazione Diamoci La Zampa, ha prodotto un’Ordinanza di divieto di utilizzo di petardi, botti e artifici pirotecnici su tutto il territorio comunale.

L’Ordinanza, approvata il 5 dicembre, vieta “l’accensione ed i lanci di fuochi d’artificio, lo sparo di petardi, lo scoppio di mortaretti, razzi ed altri artifici pirotecnici in tutte le vie, piazze o aree pubbliche dove transitano o siano presenti delle persone”.

L’Ordinanza è stata adottata in considerazione degli “oggettivi pericoli per le persone, dei rumori molesti causa di disagio e oggetto di lamentele da parte di molti cittadini e del fatto che botti, petardi e fuochi sono causa di stress, morte, ferimenti e traumi per cani, gatti, animali domestici ed uccelli”, come dice il sindaco Antonio Salvatore Falletta.

“L’udito del cane e del gatto è molto superiore a quello dell’uomo”, conferma Edgar Meyer, portavoce di Diamoci La Zampa. “Noi abbiamo una finestra uditiva compresa tra le frequenze denominate infrasuoni (al di sotto dei 16 hertz) e quelle denominate ultrasuoni (al di sopra dei 15.000 hertz), il cane invece percepisce fino a 60.000 hertz e il gatto fino a 70.000. Il cane è in grado di udire frequenze superiori alle 80 mila vibrazioni al secondo, la sua sensibilità uditiva è talmente alta che i botti gli causano un vero e proprio dolore”.

Nella notte di Capodanno e nei giorni precedenti sono moltissimi i cani e i gatti che, fuggendo dalle abitazioni e dai giardini, finiscono vittime di automobili e causano incidenti. Per non parlare degli uccelli che, disorientati e impauriti, spesso urtano contro gli alberi o gli edifici rischiando di ferirsi e di morire. Molto spesso, inoltre, muoiono assiderati dal freddo, nell’impossibilità di ritrovare il proprio riparo, e di stress. “Il Capodanno sia un giorno di festa”, aggiunge Meyer, “ma lo sia per tutti, animali compresi.

Peschiera Borromeo fa da apripista, ma altri Comuni della provincia di Milano si stanno accodando, da Buccinasco a Melegnano.

L’Ufficio Diritti Animali del Comune di Peschiera, con l’associazione Diamoci La Zampa, ha predisposto un decalogo per salvaguardare gli animali nel periodo “turbolento”.

Come proteggere i nostri amici a 4 zampe? “Quelli che normalmente vivono all’esterno, andrebbero tenuti temporaneamente in un luogo chiuso, comodo e rassicurante”, spiega Meyer. Che prosegue. “Per i gatti abituati ad usare il gattaiolo (sportello per uscire): tenetelo chiuso, preparando in casa una cassetta per i loro bisogni (se non c’è già). Fate attenzione che non escano quando aprite la porta, e, quando portate a spasso il cane, non vi fidate a slegare il guinzaglio. Inoltre si consiglia di tenere alto il volume della tv, della radio o altri abituali suoni casalinghi per coprire in parte il rumore dei botti, specialmente se l’animale resterà solo in casa”.

E’ possibile richiedere l’Ordinanza -per proporla ad altri Comuni- scrivendo a
uda@comune.peschieraborromeo.mi.it
oppure
segreteriasindaco@comune.peschieraborromeo.mi.it

Ass. DIAMOCI LA ZAMPA Onlus
Volontari Protezione Cani Abbandonati Via Cesare Battisti 19
20097 San Donato Mil.se
diamocilazampa@yahoo.com
www.diamocilazampa.it

Annunci

Una risposta a “Il Comune di Peschiera Borromeo (MI), vieta i botti di capodanno

  1. Finalmente qualcosa e qualcuno si muovono