Progetto Scuole Vegan

Vogliamo presentarvi il ”Progetto Scuole Vegan” una idea nata dal nostro impegno in prima persona nell’ambito dell’attivismo antispecista sul nostro territorio, un progetto che poi abbiamo avuto intenzione di ampliare coinvolgendo altri attivisti e scuole di tutta Italia.

942903_344561992332393_1674829965_n

Abbiamo tentato negli anni in vari modi di smuovere le coscienze dei cittadini per renderli consapevoli della necessità di migliorare il mondo che li circonda: dalle manifestazioni agli stand, dalle proteste virtuali ai presidi etc e ne abbiamo concluso che, a parer nostro, il miglior punto di partenza è parlare direttamente con le persone che non sono ancora completamente succubi delle informazioni distorte dei flussi informativi mediatici e ancora hanno il coraggio di fare scelte alternative, ovvero gli adolescenti e i giovani universitari.

I ragazzi vanno considerati interlocutori privilegiati in quanto abbiamo notato un rapporto di proporzionalità diretta tra gli anni passati davanti la tv e il tasso di ignoranza/chiusura mentale. Più il soggetto è stato esposto passivamente ai flussi informativi provenienti dai media, più perde la propria capacità critica di fronte alle informazioni che gli vengono fornite e tende ad accettarle come verità assolute indiscutibili e affidabili. A lungo andare il suo pensiero autonomo viene sostituito con quello inculcato da un sistema consumista capitalistico che gli imprime desideri e bisogni a lui (sistema) funzionali.

Il nostro obbiettivo è quindi tentare di utilizzare gli spiragli ancora aperti nella mente dei nostri giovani interlocutori per parlare loro di tematiche come l’impatto ambientale del consumismo occidentale sul terzo mondo e sull’ambiente, lo sfruttamento umano causato da multinazionali del terrore ma soprattutto di alimentazione e stile di vita vegan come soluzione definitiva. Quest’ultima è la tematica che ci sta più a cuore, infatti la maggior parte delle fonti convergono sul terribile dato che oltre 100 miliardi sono tutt’ora gli animali schiavizzati, nati in catene, torturati fin dalla nascita quando vengono strappati alle madri o tolti dal loro habitat naturale per essere messi in squallidi lager detti banalmente “allevamenti ” e infine uccisi dopo una lenta agonia che parte da camion sporchi di sangue e dopo varie ore di viaggio termina tra le urla nei macelli.

Noi entriamo quindi nelle scuole e mostriamo che l’alternativa esiste, che si può vivere più sani, si può evitare di uccidere animali e umani con i nostri consumi, si può tendere ad azzerare il nostro impatto su questo pianeta e che si possono avere obbiettivi nella vita diversi dal mero “guadagno monetario”( magari dedicandosi agli altri invece che solo a noi stessi). L’importante è aprire gli occhi: smettere di vivere seduti dietro una “finestra chiusa” con bei disegni sopra ma scoprire il mondo che c’è aprendola, un mondo che è ormai privo di ghiacciai e foreste, di animali liberi e biodiversità, di persone felici e aria pulita .

Per implementare queste idee e questi obbiettivi, abbiamo deciso di partire da un grosso social network come Facebook dove l’attivismo antispecista è in forte aumento: https://www.facebook.com/ProgettoScuoleVegan .
Abbiamo creato quindi un gruppo facebook per l’organizzazione e una pagina in cui condividiamo idee per nostri futuri progetti, le esperienze di quelli già realizzati, gli appelli chi di offre o chiede aiuto, dati e fonti scientifiche etc.
Il gruppo organizzativo in particolare nasce come comunità senza vertici e contemporaneamente coordinamento di attivisti volenterosi. Ogni singolo vi troverà elenchi di relatori divisi per zone da chiamare nelle scuole della sua città (scuole che lui stesso dovrà contattare), associazioni collaboranti, informazioni, consigli , fonti (con critiche annesse) e tanto altro.

Cerchiamo quindi perennemente attivisti interessati al progetto: abbiamo bisogno di persone che ci aiutino a moltiplicare il numero delle scuole interessate ad ospitare convegni dei nostri relatori prendendo contatti con presidi e rappresentanti degli studenti, ma anche di attivisti con buone capacità comunicative e cultura personale che si offrano come relatori nelle scuole delle loro zona.

Durante l’estate prevediamo l’apertura di un sito internet e un canale youtube associati ma per ora il progetto ha ancora una forza e un raggio limitato reggendosi solo sulla buona volontà di poche persone attive. Chiediamo quindi l’impegno di tutti, anche minimo, per l’ampliamento di questo coordinamento. E’necessaria la collaborazione di tutti per portare a termine questo progetto molto vasto e complesso ma che ha in se la chiave per cambiare la cultura dominante specista.

Stefano e Mara admin di
Progetto Scuole Vegan

I commenti sono chiusi.