Archivi categoria: Campagne

Meno Pilu per tutti

Dal 7 novembre al 6 gennaio

Colli, colletti, polsini e inserti di pelo sono tornati in auge negli indumenti invernali. Sembrano finti a una prima occhiata ma la verità è che molti di quelli in commercio sono veri!

Liberati di questo “pelo superfluo” e porta inserti e pellicce nelle nostre botteghe (qui la lista delle città in cui siamo presenti http://www.lush.it/html/le_botteghe-27.jsp): li useremo per tenere al caldo i cuccioli di animali rimasti orfani.

MENO PILU PER TUTTI
è una campagna di sensibilizzazione contro l’uso di insert i di pelo e di pellicce per contrastare l’inutile uccisione di animali. La campagna è realizzata da Lush in collaborazione con Animal Amnesty, organizzazione di azione diretta per la liberazione animale nata dall’esperienza di OccupyGreenHill.

COSA PUOI FARE TU?
–  Non comprare mai una giacca con collo di pelo, se hai anche il minimo dubbio che non sia sintetico, scegli una giacca che non ce l’abbia.
–  Firmare la petizione online o nelle botteghe Lush per un’Italia libera dalle pellicce.

–  Acquistare la crema Sua Bontà per finanziare un progetto di educazione animalista rivolto ai giovani a cura di Animal Amnesty

–  Abbandonare i tuoi colli e inserti di pelo o le tue pellicce e portarli nei nostri negozi.

–  Partecipare al nostro flash mob il 7 novembre 2012 a Milano.

PER SAPERNE DI PIU’:
www.lush.it/menopilupertutti

Campagna “adozioni a distanza”

La Fattoria della Pace Ippoasi (http://www.ippoasi.org/) è un rifugio per animali domestici, detti da reddito, tutti strappati dallo sfruttamento zootecnico e dalla morte in macello.

Si trova a Marina di Pisa ed ospita 9 cavalli, 2 asini, 2 mucche, 2 maiali, 11 capre, 5 pecore, 2 galli, 25 galline, 2 conigli, 1 anatra e 5 cani.

L’omonima associazione di volontariato, che in questi giorni si sta trasformando in Onlus, nata nel 2010, li accudisce giornalmente, somministrando loro il cibo e pulendo i grandi spazi dove finalmente vivono liberi, oltreché guidare le visite al rifugio, organizzare eventi di autofinanziamento e diffondere la cultura non violenta, antispecista e vegan.

In questo momento sta attraversando una delle fase più cruciali che si siano mai verificate, essendo sopraggiunto lo sfratto, esecutivo in pochi mesi, e dovendo quindi liberare il terreno dove gli animali ospiti avevano finalmente trovato un angolo di serenità.

Tutti i componenti dell’associazione stanno lavorando alacremente per poter dare un nuovo spazio all’Ippoasi, ma in vista di questo sforzo eccezionale, anche e sopratutto economico, di dover ricostruire un nuovo rifugio e di dover quindi affrontare spese straordinarie, è di fondamentale importanza che le spese ordinarie, del mantenimento in cibo dei nostri amici, siano il più possibile coperte dalle adozioni a distanza (ricordiamo che questi animali sono tutti a carico dell’associazione, non essendo previsto nessun impegno pubblico per la tutela ed il salvataggio degli animali da reddito, a differenza di quanto avviene per gli animali d’affezione).

In questo modo, ogni animale ospite, avrà dei sostenitori che gli assicureranno un futuro più sereno e meno incerto in un momento tanto turbolento.

Ci troviamo quindi a lanciare questa campagna di adozioni a distanza, per guardare alla vita degli animali dell’Ippoasi con meno ansia e per non sentirci soli in questo sforzo di donare loro una esistenza degna di essere vissuta.

Ogni contributo su cui loro potranno contare è di fondamentale importanza.

Tutte le informazioni su come adottare un animale a distanza si trovano sul nostro sito, oppure scrivendo alla nuova e-mail dedicata adozioni@ippoasi.org.

Vi risponderà Elisa (puoi conoscerla anche sul suo blog “Mammavegana”) una socia volontaria di Ippoasi, che si occuperà, facendo un enorme lavoro per cui tutti le siamo grati, del settore adozioni a distanza, perché Ippoasi è diventata una bella realtà, bella ma impegnativa, e tante persone si stanno unendo a noi per farla sopravvivere e farla ancora più bella e più grande, in modo che sempre più animali possano essere salvati.

Un ringraziamento dagli ippoasiani tutti, anche da quelli che parlano una lingua diversa dalla nostra ma che in fondo ai nostri cuori possiamo capire.

Associazione di volontariato – Fattoria della Pace IPPOASI
Via Scoglio della Meloria, 55 – 56128 Marina di Pisa (PI) C.F.: 93069920507
Tel. 0039 0509335360 – 3332279002 – 3387980277

info@ippoasi.org

http://www.ippoasi.org/