Archivi categoria: Libri

“Il maiale non fa la rivoluzione” di Leonardo Caffo

Un libro che è un Manifesto per un antispecismo debole

????????????????????

E’ il saggio di un giovane filosofo, dice Maurizio Ferraris, professore di Filosofia Teoretica all’ Università di Torino, che guida il lettore a ragionare sull’ingiustizia con cui trattiamo e consideriamo gli altri animali. Perché il solo nascere di un’altra specie deve significare la condanna a morte o lo sfruttamento? Ogni giorno, esclusivamente a scopo alimentare uccidiamo milioni di animali di grossa taglia, che diventano 50 miliardi in un anno. Gli animali vengono mangiati, indossati, usati per la ricerca scientifica o, se fortunati, messi dietro le sbarre di uno zoo oppure esposti alla berlina in un circo.

Chi ignora tutto questo forse è felice e inconsapevole: vive pensando che i peggiori dei mali siano oggi superati e che, nonostante tutto, la nostra vita sia una vita innanzitutto morale. Per capire cosa ne è, oggi, di tutto questo dolore bisogna scrivere non da animalisti, ma da animali. La domanda che guida questo saggio diventa dunque: che cosa penserebbe un maiale se avesse avuto la possibilità di indicarci la strada per quella rivoluzione che è la sua liberazione – ovvero la liberazione animale?

Una confutazione appassionata e rigorosa di tutte le visioni che relativizzano la sofferenza degli animali, con uno sguardo sempre attento alla società (dai cani liberati di Green Hill in Italia, a quelli sterminati in Ucraina, al nascente partito animalista) e alle sue contraddizioni. Una riflessione per ridefinire gli obiettivi del movimento di liberazione animale attraverso la definizione e la pratica dell’antispecismo debole – una nuova teoria, per un nuovo mondo. “Non è lontano il giorno in cui lo specismo ci risulterà altrettanto inaccettabile che il razzismo, ma perché ciò avvenga bisogna non cedere alla retorica e lavorare con finezza di analisi e con sottigliezza dialettica.

È quello che fa in questo libro Leonardo Caffo, il più promettente, versatile e originale tra i giovani filosofi italiani”.
Leonardo Caffo, l’autore del libro ( edizioni Sonda), è nato a Catania nel 1988. Filosofo e attivista, su antispecisti. Lavora attualmente presso l’Università degli Studi di Torino dove è membro del LabOnt: laboratorio di ontologia. È Associate Fellow dell’Oxford Centre for Animal Ethics e collabora – tra le altre cose – alle pagine culturali del settimanale “Gli Altri: la sinistra quotidiana” e di “Lettera Internazionale”, oltre a essere redattore per la “Rivista d’Estetica” e direttore di “Animal Studies: Rivista Italiana”

Fonte
http://www.setteminuti.it/Home/articolo/516ec3393ca62901e816f4ff

Annunci

Restiamo animali di Lorenzo Guadagnucci

Chi sceglie la nonviolenza come stile di vita non può nutrirsi di animali. “La scelta vegana non è che la premessa, forse la condizione per ciò che davvero conta, ossia l’impegno per costruire una società più giusta”.

Lorenzo Guadagnucci, giornalista e attivista, in questo libro spiega come “la scelta vegana non è che la premessa, forse la condizione per ciò che davvero conta, ossia l’impegno per costruire una società più giusta. ‘Restiamo animali’, diciamo a noi stessi, perché siamo coscienti d’essere ospiti – e non dominatori – del pianeta Terra, compagni di viaggio di tutti gli altri viventi, ai quali dobbiamo rispetto. Non stiamo parlando di diete, né di precetti di natura religiosa, ma di una prospettiva di cambiamento culturale e politico. Il cuore dell’animalismo, direi meglio dell’antispecismo, è qui. È una lotta contro l’ingiustizia”.

Lorenzo Guadagnucci è tra i promotori del Comitato Verità e Giustizia per Genova e del gruppo Giornalisti contro il razzismo, e uno degli autori della trasmissione “Restiamo Animali”, in onda su Controradio-Popolare Network. Ha pubblicato, tra l’altro, i libri Noi della Diaz (Terre di mezzo/Altreconomia), Lavavetri (Terre di mezzo) e L’eclisse della democrazia (con Vittorio Agnoletto, Feltrinelli).

In libreria dal 31 ottobre

Per informazioni
Ufficio Stampa Terre di mezzo Editore
Elena Acerbi – Nicoletta Martino
ufficiostampa@terre.it – 345/9011715

Tutto quello che dovresti sapere sulla vivisezione

Tutto quello che dovresti sapere sulla vivisezione ma non vogliono che tu sappia

a cura del Dott. Stefano Cagno

Questo non è un libro, è una piccola guida attraverso le tante bugie raccontate per anni dai vivisettori. Una guida che, evitando volutamente immagini forti e racconti raccapriccianti, cerca di fare luce su un argomento controverso e dibattuto da sempre ma ancora troppo pieno di lati oscuri, zone d’ombra, slogan carichi di emotività e di falsa scienza. Perché è con argomenti come la salute, la ricerca medica, la nobile missione di salvare vite umane che i ricercatori tentano di farci digerire la sofferenza e la morte ingiusta e ingiustificabile di milioni di animali. Una sofferenza che non è solo inutile ma anche dannosa. Per gli animali ma anche per noi.

Stefano Cagno
un medico che da anni si batte per una ricerca capace di superare questa pratica antietica ed antiscientifica, presenta, dopo una breve analisi dei principi su cui si basa la vivisezione, una serie di risposte alle più comuni domande che la gente si pone e ai più diffusi slogan dei ricercatori e dell’industria farmaceutica.

Conferenza GRATUITA – ingresso su prenotazione al numero 02.48.71.29.63

Milano – 26 Ottobre (Venerdì) Ore 21.00
Presso :  Ass. Coscienza e Salute
Via Desenzano 8 – Milano
—–
Pagina Facebook:
http://www.facebook.com/events/117167595105568/

VegPyramid Junior

Disponibile da oggi su AgireOra Edizioni e tra qualche giorno anche in libreria,
il nuovo volume “VegPyramid Junior”, una guida adatta a tutta la famiglia che illustra i benefici di una dieta vegetariana fin dall’età pediatrica.

Tabelle nutrizionali e menu giornalieri ci offrono preziosi consigli per insegnarci qual è la migliore alimentazione a seconda delle fasce di età, da 1 a 18 anni.

Uno stile di vita che ha effetti favorevoli sulla salute e la longevità, e fornisce tutti i nutrienti necessari.

Le Linee Guida della VegPyramid sono ormai un sistema “collaudato” da tutti coloro che lo hanno utilizzato: con le loro indicazioni, rendono semplice la realizzazione di un menu a base vegetale per una salute perfetta, oltre che gustoso. Benché funzionino benissimo nell’adulto, non sono tuttavia applicabili all’età pediatrica, dal momento che le richieste nutrizionali di questa fase della vita sono differenti non solo da quelle dell’adulto, ma anche a seconda delle varie fasce d’età.   VegPyramid Junior colma questa lacuna accompagnando i genitori nel percorso alimentare dei figli, permettendo loro di creare una sintonia/sinergia con il pediatra di fiducia. Con le informazioni nutrizionali sugli alimenti e i gruppi di nutrienti fondamentali, le indicazioni sulle principali patologie causate dalla “normale” alimentazione a base di cibi animali, l’analisi dei bisogni e fabbisogni energetici delle diverse fasce d’età, le indicazioni per i menu delle mense scolastiche e suddivisi a seconda dell’apporto calorico.

Gli autori:

LEONARDO PINELLI
già Professore di Pediatria Preventiva e Sociale e Direttore Servizio di Diabetologia, Nutrizione clinica e Obesità – Università di Verona. Autore di oltre 250 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali e nazionali, è membro di società scientifiche internazionali e nazionali e vicepresidente di Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana-SSNV.

ILARIA FASAN
Ilaria Fasan è una dietista dedicata alla nutrizione pediatrica. Collabora dal 2008 con la Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana-SSNV. Co-autrice del master universitario in Nutrizione e Dietetica Vegetariana dell’Università Politecnica delle Marche, lavora come dietista presso l’ambulatorio diabetologico della Struttura Complessa Pediatria di Mantova.

LUCIANA BARONI
dirigente medico, specialista in Neurologia, Geriatria e Gerontologia, Master Universitario Internazionale in Nutrizione e Dietetica. Nel 2000 ha fondato Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana-SSNV, di cui è presidente in carica. È autrice, sempre per Sonda, (VegPyramid, 2008, alla quarta edizione aggiornata) e coautrice di testi divulgativi (con Hans Diehl, Decidi di stare bene, 2004; con Emanuela Barbero La cucina Diet_Etica, 2009, alla quinta edizione aggiornata).

Per ordinare il libro:
http://www.agireoraedizioni.org/catalogo/libri/libri/veganismo/vegpyramid-junior/

Edizioni A Mano LìberA: libri belli… per bimbi ribelli

EDIZIONI A MANO LìBERA: libri belli… per bimbi ribelli!

Le Edizioni A Mano LìberA vengono alla luce nella primavera del 2011, dall’esperienza che prosegue tuttoggi di LìberaMente – libreria raminga.

Reduce da diverse esperienze in veste di organizzatore di eventi di “contro-informazione” su tematiche tanto care all’ambiente “complottista”, decido così di dare vita ad un’idea che mi frullava in testa da parecchi anni: riuscire a portare per le strade e le piazze l’informazione libera da interessi e manipolazioni.

Mi rendo fin da subito conto che le mie piccole battaglie devon essere portate avanti non per questa società che reputo sull’orlo dell’abisso, ma bensì per costruire un mondo migliore per le future generazioni; così, grazie anche alla grande illuminazione che la gioia di vivere di mia figlia Benedetta mi regala, decido di lanciarmi a capofitto nella creazione di piccole storie in rima per spiegare ai più piccini come funzionano realmente le cose.

Ispirandomi a principi libertari che da qualche anno a questa parte ho fatto miei, scelgo però il canale editoriale meno convenzionale in assoluto: mi affido così all’editoria creativa ed autoprodotta, ovverosia la semplice tecnica di realizzazione di libri fatti a mano, con materiale di scarto e riciclato (carta, cartone, cartoncino, e molto altro…), e che prevede appunto l’autoproduzione in tutte le sue fasi (scrittura, taglio, rilegatura, manipolazione, inserimento di oggetti, distribuzione, scambio, baratto e/o vendita).

Vedono così la luce storie molto semplici, ma al contempo profonde, nella quasi totalità ispirate alla filosofia vegan ed alla battaglia animalista: fra le più belle Vegeta-Lupo, racconto aneddotico (si dice così? boh…) di un ex-predatore divenuto amante di frutta e verdura… e tutto grazie ad un piccolo pennuto,  o la primissima storia realizzata, Nella fattoria di Veg-Anna, un luogo particolare in cui i nostri amici animali da reddito vivon alla grande e non pensano a finir insaccati o sul banco di qualche salumiere di periferia… insomma, un inno alla vita vegan!

Come dimenticare le storie animaliste quali Il Pianeta dei Maiali, ovvero come trovarsi catapultati in una realtà “alla rovescia”, dove l’Uomo è servo della “Razza Suina”, che s’ingozza e vive alle sue spalle… Sarà tutto vero? Boh… Munirsi di shuttle ed andare a visitarlo, please! Mentre, fra le più toccanti, trova sicuramente posto Petti-Rosso e il volo verso la libertà, in cui i nostri bimbi faranno la conoscenza di un piccolo uccellino capitato per caso all’interno di un allevamento di polli, che farà capire loro che al di fuori di quelle sbarre c’è il cielo che li aspetta!

Se volete conoscere anche le altre storie che ho realizzato potete consultare il mio sito:
www.libriliber.ithttp://edizioniamanolibera.blogspot.com

A proposito: sono costantemente alla ricerca di feste a tema vegetariano-vegan, a manifestazioni dedicate all’etico, a mercatini del riciclo-riuso, a fiere della piccola editoria, festival libertari, mercatini biologici, incontri d’informazione libera, e quant’altro, che si svolgono nelle vostre zone!

La mia furgo-carretto-libreria sarà ben lieta di far mostra di sé!
—-
Alessandro

http://edizioniamanolibera.blogspot.com

 

Perché amiamo i cani, mangiamo i maiali e indossiamo le mucche

“Perché amiamo i cani, mangiamo i maiali e indossiamo le mucche”

(Ed. Sonda, pag. 198, maggio 2012)
Un’analisi concreta e molto dettagliata su tutto ciò che ruota attorno all’industria della carne in Usa e, in generale nel mondo. Numeri (soprattutto in termini di denaro), statistiche, interviste di autorevoli giornalisti-investigatori, nomi, fatti, date, insomma tutto nero su bianco.

“Perché amiamo i cani, mangiamo i maiali e indossiamo le mucche“.
La risposta ad una domanda affatto scontata fornita da Melanie Joy, psicologa e sociologa, docente all’università del Massachusetts, Boston, nonchè principale ricercatrice sul “carnismo”, l’ideologia del nutrimento attraverso carne animale. All’annosa domanda, la Joy risponde attraverso il suo ultimo libro scritto in maniera lucida, pratica, semplice, scorrevole e priva di retorica o accuse al mondo non vegetariano.

L’autrice conduce il lettore per mano alla scoperta di un mondo sotterraneo di cui si ignora l’esistenza perché il consumatore finale dell’industria della carne, ovvero noi esseri umani, non vuole sapere, non vuole vedere, non vuole ascoltare, soprattutto le urla di terrore nei mattatoi.

Non si tratta solo di una denuncia di quanto accade da sempre nelle nostre città, ma di un reportage specchio dei nostri tempi, affamati di animali.

Il libro si apre creando immediata empatia con il lettore a cui, per “gioco” si fa immaginare di mangiare carne di cane per verificare le reazioni e lo stato d’animo del “mangiatore” per poi proseguire, attraverso esempi semplici ma non banali, nella lettura di numerose testimonianze di operatori dei macelli e di quanto anche gli uomini si trovino coinvolti, loro malgrado, in un vortice di violenza e aggressività.

La carne stessa soffre dell’incredibile paura degli animali mandati al macello e della disumanità che i lavoratori del settore esprimono quale reazione al loro stesso impiego. La violenza, secondo l’autrice, è contagiosa e l’uomo si “imbrutalisce” vivendola tutti i giorni, sotto stress costante. Quali sono le giustificazioni che adottiamo al fine di mangiare carne? In che modo affrontiamo i nostri dubbi? Come arriva la carne, e da dove, sulle nostre tavole? Cosa, realmente mangiamo?

Antibiotici, altri farmaci, ormoni somministrati agli animali, allevamenti intensivi (dove, ad esempio le galline ovaiole vengono stipate in spazi grandi quanto un foglio A4), crudeltà, metodologie di uccisione, etc. sono solo alcuni degli aspetti trattati nel libro che, nonostante l’argomento forte, viene discusso con sensibilità e rispetto per il lettore.

In una società come la nostra dove, poco alla volta, la cultura del vegetarismo e del vegan prende sempre più piede, questo libro è la conferma della necessità di un cambio di rotta, di un’alimentazione sana che rispetti l’esistenza in ogni sua forma, che sia umana o animale (terrestre e marino).

“Una vola ho preso il mio coltello, sufficientemente affilato, e ho affettato la punta del naso di un maiale (vivo), proprio come un pezzo di mortadella. Il maiale è impazzito per un paio di secondi. Poi si è semplicemente seduto con aria stupita. Allora ho preso una manciata di acqua e sale e glielo schiacciata sul naso. A quel punto il maiale ha dato proprio di matto, premeva il naso dappertutto. Avevo ancora una manciata di sale in mano, indossavo un guanto di gomma, e glielo ficcato su per il culo. Quel povero maiale non sapeva se cagare o accecarsi”.

Tratto da un’intervista ad un lavoratore di un mattatoio americano dove gli operatori devono uccidere un maiale ogni 4 secondi. Spesso, a causa della velocità di stordimento e uccisione dell’animale, nonché della scarsa esperienza professionale degli addetti, alcuni maiali sopravvivono allo sgozzamento e restano coscienti per alcuni minuti o anche ore fino a raggiungere le vasche di acqua bollente in cui vengono calati per l’eliminazione del pelo.

Significativo, provocatorio e istruttivo, questo libro può cambiare la visione e la percezione della realtà.

Monica Genovese
—–
Fonte:
http://www.quotidianopiemontese.it/quattrozampeedintorni/2012/05/28/perche-amiamo-i-cani-mangiamo-i-maiali-e-indossiamo-le-mucche-tutte-le-risposte-sullindustria-della-carne/#.T8OB2bCdD3Q

Scelta vegetariana e vita in bicicletta

Uno stile di vita più sano e sostenibile è alla portata di ognuno di noi. Questo libro descrive la strada per arrivarci: partendo dall’alimentazione e dal movimento.

Della scelta vegetariana sono illustrati vantaggi e caratteristiche, ma la ricca documentazione è utile a tutti, onnivori compresi, per conoscere gli alimenti e sfruttarne a pieno le proprietà nutrizionali.

Scrive Michela De Petris: “Sono molto contenta di comunicarvi ufficialmente la recentissima uscita del mio nuovo libro “Scelta vegetariana e vita in bicicletta” edito da Il Pensiero Scientifico Editore e scritto a quattro mani con il dott. Destino, biologo nutrizionista.

Io mi sono occupata delle basi scientifiche della scelta vegetariana (in realtà vegana!) delle indicazioni pratiche per costruire al meglio la propria alimentazione quotidiana e delle ricette (tutte vegan!) e il dott. Destino della mobilità sostenibile (bici): il connubio è eccezionale!

Alimentazione e sport sono la mia passione: quale scelta migliore decidere di mangiare vegan e muoversi senza inquinare? in bici si può fare di tutto, dalla spesa ai viaggi: è bello, economico, ad impatto zero e rilassante. E poi è un libro davvero scritto con il cuore.”  (Michela De Petris)

Prezioso per gli amanti della bicicletta, indispensabile per i sedentari, l’esame del dispendio energetico e dell’attività fisica. Numerosissime le indicazioni pratiche, i consigli e le esperienze raccontate, e, per concludere, ricette, menu e itinerari cicloturistici. Rivolto ai vegetariani, ciclisti e no, ma anche ai professionisti della salute (medici, biologi, specialisti della nutrizione, esperti in attività motorie), il testo offre informazioni a tutte le persone sensibili ai temi della prevenzione sanitaria, dell’etica, del mondo della bicicletta, del turismo alternativo.

Presentazione di Umberto Veronesi
Prefazione di Vincenzino Siani

Gli Autori

Dott.ssa Michela De Petris
Esperta in alimentazione vegetariana, vegana, macrobiotica e nella terapia nutrizionale del paziente oncologico, è membro della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana. Lavora presso l’Ospedale San Raffaele e il Centro di Medicina Antroposofica Artemedica di Milano.

Dott. Mauro Destino
Biologo, Specialista in Scienza dell’Alimentazione dell’Università Politecnica delle Marche. Docente e Nutrizionista al Master Internazionale in Alimentazione e Dietetica Vegetariana della Fundación Universitaria Iberoamericana (FUNIBER). Curatore del sito Obesitasovrappeso.it